Alluce valgo rimedi

Cos’è la rimozione della borsite? (alluce valgo)

La borsite è una protuberanza ossea che si forma alla base dell’alluce e forma un’unione con l’osso del piede chiamato primo metatarso, quando si ha la borsite l’alluce punta eccessivamente verso il secondo dito del piede (alluce valgo). L’alluce è una deformità del piede che consiste sia nell’osso che nei tessuti molli (legamenti, muscoli).

La borsite può essere molto dolorosa e indossare scarpe troppo piccole o troppo strette nella zona delle dita del piede di solito è la causa più comune che porta alla sua formazione, vista la forte pressione provocata sull’alluce. Le donne sono più propense degli uomini a sviluppare borsiti.

La rimozione della borsite è una procedura chirurgica che corregge un’area deformata del piede vicino all’alluce. La rimozione di borsite viene talvolta chiamata borsectomia, borsite chirurgica o correzione dell’alluce valgo. L’alluce valgo è una frase latina che significa “deformità del piede”.

La rimozione della borsite è necessaria se i metodi di trattamento non chirurgici non alleviano il dolore.

Approfondisci qui.

Quando ricorrere alla chirurgia

Molte persone ottengono sollievo dal dolore all’alluce indossando scarpe più grandi che permettono al piede di stare più largo, infatti chi ha la borsite potrebbe scegliere di indossare scarpe da ginnastica invece di tacchi alti per alleviare il dolore, inoltre può essere anche d’aiuto adoperare cuscinetti protettivi per ammortizzare.

Nel caso non si dovrebbero avere miglioramenti anche dopo aver provato queste soluzioni si può scegliere di effettuare un intervento chirurgico di rimozione di borsite come metodo di trattamento efficace.

Vediamo quali sono i sintomi che portano a dover ricorrere alla chirurgia:

  • Il dolore limita o impedisce di completare attività quotidiane;
  • Non si può camminare per più di pochi isolati senza avvertire un forte dolore al piede;
  • L’alluce rimane gonfio e doloroso anche con il riposo e i farmaci;
  • Non si può piegare o raddrizzare l’alluce.

Discutere le proprie condizioni con il proprio medico in modo da avere informazioni complete sui sintomi e limiti che esso provoca. Il medico eseguirà la radiografia del piede per diagnosticare la condizione e per determinare il tipo di intervento chirurgico necessario per correggere il problema specifico.

Più di 100 diversi tipi di procedure per la rimozione della borsite esistono per rimuovere l’alluce e riallinearlo. Il tipo di intervento chirurgico necessario dipende da come si è sviluppato la borsite e dalle sue dimensioni attuali.

Vediamo come prepararsi prima dell’intervento chirurgico.

Come prepararsi alla chirurgia per rimuovere la borsite

Prima di rimuovere la borsite c’è bisogno di sottoporsi ad alcuni test medici per verificare lo stato di salute generale, infatti il medico prescriverà:

  • Una radiografia dei polmoni;
  • Un elettrocardiogramma per verificare la funzione del cuore;
  • Esami delle urine e del sangue in caso di eventuali malattie di fondo.

Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di farmaci pochi giorni prima dell’intervento chirurgico, in particolare se si prende l’aspirina o altri farmaci che fluidificano il sangue.

L’intervento chirurgico di rimozione della borsite è di solito una procedura ambulatoriale, ciò significa che si può tornare a casa poche ore dopo l’operazione e dopo che l’anestesia generale è svanita. Il medico stabilirà per quanto tempo si dovrà digiunare o non mangiare o bere nulla prima dell’intervento in base al tempo operatorio. Si consiglia di seguire attentamente le istruzioni per evitare possibili complicazioni.

Quali sono le procedure per la chirurgia della borsite

Molte persone non hanno bisogno di un’anestesia totale durante l’intervento chirurgico per la rimozione della borsite, ma si eseguirà un’anestesia locale a livello della caviglia, cosi da addormentare il piede e non sentire nulla al momento dell’operazione.

Una volta che si è completamente insensibili il chirurgo rimuoverà l’alluce e farà altre riparazioni al piede. Alcuni dei più comuni tipi di procedure per la rimozione della borsite sono l’osteotomia, l’esostectomia e l’artrodesi.

In un’osteotomia il chirurgo taglierà l’articolazione dell’alluce e la riallaccerà in una posizione normale, mentre nell’esostectomia il chirurgo rimuoverà l’alluce dall’articolazione senza eseguire un allineamento, infine in un’artrodesi il chirurgo sostituirà l’articolazione danneggiata con viti o placche metalliche per correggere la deformità.
Il chirurgo dopo l’operazione benderà il piede e condurrà il paziente nella stanza dove potrà attenderà che l’anestesia sia completamente scomparsa. La pressione sanguigna e la frequenza cardiaca verranno monitorate mentre si attende che l’anestesia si esaurisca. In genere sipuò tornare a casa dopo un paio d’ore di recupero.

Tempi di recupero dopo l’operazione di rimozione della borsite

I tempi di recupero dopo l’intervento chirurgico per la rimozione della borsite durano dalle sei alle otto settimane, mentre per il recupero completo dall’operazione ci vogliono in media dai quattro ai sei mesi.

Per le prime due settimane dopo l’intervento si indosserà uno stivale o un cast chirurgico per proteggere il piede ed è consigliato di non bagnare i punti quando ci si lava.

Dopo aver rimosso il cast o lo stivale si indosserà un tutore per sostenere il piede mentre guarisce. All’inizio non si sarà in grado di sopportare il peso sul piede quindi si avrà bisogno di stampelle per l’assistenza. A poco a poco si può iniziare anche ad appoggiare il piede a terra facendo un po’ di peso su di esso usando un deambulatore o delle stampelle per supportarsi.

Per accelerare la guarigione e ridurre l’infiammazione è consigliato l’uso del ghiaccio sul piede anche se esso rimarrà gonfio per diversi mesi dopo l’operazione. E’ possibile anche guidare dopo una settimana o due se si ha la necessità di farlo. Il medico prescriverà delle terapie fisiche per rafforzare il piede e la gamba tramite esercizi fisici.

Conclusione

La chirurgia per la rimozione della borsite ha molto successo, è consigliato parlare con il proprio medico delle misure che si possono adottare per garantire che il piede guarisca correttamente. Bisogna prendersi cura dei propri piedi evitando di usare scarpe strette dopo l’intervento chirurgico cosi da evitare la creazione di una borsite.

Summary
Alluce-valgo
Description
La borsite è una protuberanza ossea che si forma alla base dell'alluce e forma un'unione con l'osso del piede chiamato primo metatarso, quando si ha la borsite l'alluce punta eccessivamente verso il secondo dito del piede (alluce valgo).
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo