Ansia: Come curarla e combatterla con alcuni esercizi e rimedi naturali!

Ansia: Perché è associata all’insonnia – Come riconoscerla curarla e guarire con alcuni rimedi semplici

L’Ansia può essere spesso causa di altri disturbi ben più gravi o essere un effetto collaterale di questi.

Abbiamo parlato già in altri articoli proprio di disturbi come:

Studi scientifici dimostrano infatti che le persone affette di cefalea sono più soggette a rischio di disturbi psichiatrici come Ansia e Depressione.

Associati all’ansia troviamo anche alcuni disturbi correlati che possono svilupparsi col tempo come bipolarismo, aggressività e comportamenti ossessivi compulsivi.

I fattori principali possono essere genetici, ormonali o ambientali.

Naturalmente la presenza di uno o più disturbi, possono peggiorare la vita del soggetto e se non preso in tempo e alleviato il disturbo con terapie rilassanti e a base di erbe officinali, è obbligatorio il consulto di un medico specialista.

Ansia da cefalea

Riconoscere l’ansia dovuta alla cefalea è essenziale per il medico neurologo, che una volta appurata la causa, dovrà indirizzare la terapia di profilassi nel mondo più efficace ed esaustivo.

Esistono alcuni rimedi sia scientifici utili a gestire l’ansia e combatterla:

Le nuove tecnologie, la vita più frenetica e stressante, sotto ogni aspetto dell’ambito umano non ha fatto altro che intensificare questi stati psicologici.

Di conseguenza, la ricerca della felicità (personale) ha fatto si che paradossalmente si venisse a creare parallelamente lo stato di infelicità e insoddisfazione.

Ad oggi, chiunque conosciamo, può dirci di soffrire di stati emotivi alterati, che girano intorno alla sfera dell’ansia.

L’ansia è davvero una patologia capace di limitare, se non addirittura di sopire del tutto, la capacità di vivere al pieno delle proprie forze fisiche e mentali.

Comincia tutto dal corpo

Il senso di oppressione che si prova all’interno della cassa toracica

Come se dentro ci fosse un mattone che non si riesce a mandare giù, sul groppone come se ci fosse qualcosa che stringa forte e non lascia alcuna possibilità di scampo.

Attacchi di tachicardia e dolori cronici alla base della testa e al collo in un insieme di situazioni cliniche non facilmente risolvibili.

7 adulti su 10 sperimentano l’ansia ogni giorno.

Il numero (non a caso), proviene da alcuni importanti e interessanti studi pubblicati dall’Anxiety and Depression Association of America il quale dice anche che la Nazione con un indice di ansietà più basso è la Finlandia.

Si, noi stiamo già preparando le valigie e prenotando i biglietti (non è vero…). Ma allora cosa fare?

Partiamo dal concetto che tutti possono soffrire d’ansia, nessuno ne è immune.

Badate bene, Ansia non è stress, sono due stati psico-fisici totalmente diversi..

L’ansia non è altro che uno dei molteplici effetti negativi dello stesso.

Gestire l’ansia è un lavoro che va fatto dall’interno e la scienza può darci una forte mano per afferrare quella sensazione terribile per la gola e fare qualcosa a riguardo, prima che questa trascini l’attenzione via da quello che in un primo momento ci siamo proposti di realizzare.

Ecco i consigli che dovreste seguire, possono sembrare sciocchezze, ma credeteci quando vi diciamo che non lo sono…

Astenetevi dal “digital world”:

Dipendenza da internet genera depressione e ansia.

L’uso sconsiderato di computer, smartphone, social network, rivelano che possono aumentare notevolmente lo stato di ansia.

Come se non bastasse, la dipendenza da internet può causare cambiamenti cerebrali simili a quelli osservati all’interno del cervello di alcolisti e tossicodipendenti, arrivando al punto di dimostrare che essere dipendenti da internet potrebbe essere la stessa identica cosa che essere dipendenti dalla cocaina.

Il trucco? Siate più consapevoli di ciò che fate, non esagerando mai.

Usate le Vitamine

Secondo uno studio svolto presso l’Università di Swansea, in Galles, che ha dimostrato come le persone che hanno assunto una pastiglia multivitaminica per un mese, hanno sperimentato una riduzione dell’ansia di cerca del 68 per cento.

Vitamine e minerali, pare che regolino dunque, i processi biochimici nel cervello che influenzano l’umore.

Meditate gente, meditate…

Possiamo allenare la nostra attenzione e sviluppare un migliore controllo su di essa.

È scientificamente dimostrato che esercitare la consapevolezza provoca lo sviluppo degli strati corticali nelle regioni del cervello che controllano l’attenzione in modo da ottenere una migliore focalizzazione

Praticate la meditazione e concentratevi sulle sensazioni che il nostro respiro dà.

Mens sana in corpore sano

Amicizia, amore, insomma…relazioni stabili!

Se state soffrendo di stress (preambolo dello stato d’ansia…), vedete gente nuova, conoscete nuove persone e chissà che non troverete anche il vero amore…

Una ricerca mostra quanto sia alta l’influenza per la nostra salute a lungo termine la qualità dei rapporti personali e il sostegno sociale.

Prevenire non è una strategia utile come rimedi contro l’ansia.

Lo è, invece, fortificare i propri legami sociali in modo da rafforzare la propria capacità di gestire l’ansia.

Ascoltate musica

Ascoltare musica è uno dei rimedi più forti e potenti contro gli stati d’ansia.

Sono gli scienziati dell’Università del Kentucky a farlo notare, mostrando come la musica risulti efficace al pari di un vero e proprio intervento non farmacologico ed è in grado di ridurre l’ansia prima di un’operazione chirurgica e di alleviare poi il dolore fisico dopo l’intervento a cui si è stati sottoposti.

ancient-1807518_1920-300x200

È scientificamente dimostrato che esercitare la consapevolezza provoca lo sviluppo degli strati corticali nelle regioni del cervello che controllano l’attenzione in modo da ottenere una migliore focalizzazione

La regola dei 7 minuti…

Si, C’è una ricerca dell’università di Princeton che afferma che l’esercizio quotidiano ricarica il cervello ed è un ottimo ansiolitico.

Ma cosa c’entra la regola dei 7 minuti?

E’ una strategia che nell’insieme di 12 esercizi che coinvolge una sedia, una parete e il proprio corpo.

  • Meditazione
  • Attività fisica
  • Leggere
  • Ascoltare musica

Bastano esattamente 7 minuti al giorno…

Combattere L’Ansia con l’Alimentazione

Una buona alimentazione è il segreto per la felicità.

Per migliorare l’umore, ridurre lo stress, le voglie e le dipendenze è necessario dare una bella svolta alla nostra dieta.

Si stima che circa il 97 per cento delle donne e il 68 per cento degli uomini adulti combattono ogni giorno con il desiderio di cibo, soprattutto quello condito da alimenti ad alto contenuto di zuccheri, di grassi e di carboidrati.

Può sembrarvi curioso ma quando siete stressati, mangiate, fatevi qualcosa che più vi piace senza pensarci troppo e vedrete che vi sentirete subito meglio (senza esagerare).

Un bel piatto di pasta, un bel dolce…

Alimenti ricchi di carboidrati innescano un rilascio di serotonina, un oppiaceo naturale che agisce nel cervello in modo simile alla droga.

Pertanto, consumando cibi ad alto contenuto di carboidrati in realtà non si  fa altro che assumere un prodotto chimico che migliora l’umore seduta stante.

sardines-1489630_1920-300x200

Integrate la vostra dieta con vitamina B12 e i grassi EPA, omega-3.

In alternativa, se non volete assumere la solita “SCHIFEZZA”, integrate la vostra dieta con vitamina B12 e i grassi EPA, omega-3.

Provare a Riderci Sopra

Un buon senso dell’umorismo, la battuta, un modo di vivere più “leggero”, insomma, ridete che fa bene!.

Un’allegra risata è in grado di ridurre il cortisolo, l’ormone dello stress, il quale aumenta quando si entra nello stato ansioso.

Un Passo Per Volta

Le persone che hanno utilizzato le tecniche di riduzione della preoccupazione prima di iniziare i regimi di terapia hanno ridotto i sintomi di ansia, stress e depressione, più di coloro che usano soltanto dei trattamenti standard.

Step by step attraverso quattro passaggi:

  1. Cercate di capire quanto vi sentite preoccupati.
  2. Ritagliatevi uno spazio temporale o fisico nel quale mediterete su quelle ansie che proprio avrete identificato.
  3. Agite, cercando di mettere da parte quel momento di ansia
  4. Usate il tempo che vi siete ritagliati per risolvere il problema e di conseguenza eliminerete anche l’ansia su quel preciso problema.
ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B01K28121U

In alternativa: Cercare di Passare Oltre

Siete preoccupati? Passateci sopra, evitate il problema e andate avanti…

Può sembrare una filosofia errata, invece alcuni medici indicano che preoccuparsi troppo può avere un effetto dannoso anche sulla salute fisica. Dunque, lasciate scorrere…

Se questo articolo vi è stato utile seguiteci anche sulla pagina facebook cliccando sull’immagine sottostante

Facebook-create-300x106

 

Summary
adult-1850268_1920
Article Name
Ansia: Come curarla e combatterla con alcuni esercizi e rimedi naturali!
Description
Ansia: Perché è associata all'insonnia - Come riconoscerla curarla e guarire con alcuni rimedi semplici
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo