Cardiomiopatia ischemica: sintomi, cause e trattamento

Cardiomiopatia ischemica: sintomi, cause e trattamento

14 Febbraio 2018 0 Di Tello

Cos’è la cardiomiopatia ischemica?

La cardiomiopatia ischemica è una condizione in cui il muscolo cardiaco è indebolito a causa di un attacco cardiaco o di una malattia coronarica.

Nella malattia coronarica, le arterie che forniscono sangue al muscolo cardiaco si restringono inpedendone il passaggio, causando danni.

Se si ci imbatte nella Cardiomiopatia ischemica, il ventricolo sinistro del cuore sarà probabilmente ingrandito, dilatato e indebolito, infatti, questo inibisce la capacità del cuore di pompare correttamente il sangue,portando ad un’insufficienza cardiaca.

Il piano di trattamento prescritto dal medico terrà conto di quanto danno il cuore ha subito, per prevenire un’ulteriore progressione della malattia, per migliorare la funzione cardiovascolare e per trattare i sintomi associati. Può essere raccomandata una combinazione di cambiamenti nello stile di vita, farmaci, interventi chirurgici o altre procedure, infatti, le scelte di uno stile di vita sano possono aiutare a ridurre il rischio di complicanze.

Quali sono i sintomi della cardiomiopatia ischemica?

È possibile soffride di una malattia cardiaca dove nella fase iniziale non si presentano sintomi.

Se il flusso sanguigno viene compromesso a causa di malattia coronarica, è possibile che si verifichino:

  • estrema fatica;
  • mancanza di respiro;
  • vertigini, stordimento o svenimento;
  • dolore al petto e pressione, noto come angina;
  • palpitazioni;
  • gonfiore alle gambe e ai piedi, noto come edema;
  • gonfiore nell’addome;
  • tosse o congestione causata da liquido nei polmoni;
  • difficoltà a dormire;
  • aumento di peso.

Se sviluppi questi sintomi, cerca immediatamente assistenza medica.

Che cosa causa la cardiomiopatia ischemica?

IC è in genere causato da un attacco di cuore o malattia coronarica. I fattori di rischio per queste condizioni includono:

  • storia familiare di malattia coronarica;
  • ipertensione arteriosa, nota anche come ipertensione;
  • colesterolo alto;
  • obesità;
  • diabete mellito;
  • malattia renale allo stadio terminale;
  • amiloidosi , una condizione in cui le proteine ​​anomale si accumulano nei tessuti e negli organi, compresi i vasi sanguigni;
  • stile di vita sedentario;
  • pregresso da fumatore;
  • abuso di alcol o droghe.

Questa malattia colpisce in prevalenza il genere maschile, anche se tale viene associato al genere femminile una volta che esso ha ragiunto la menopausa, quindi se sei una donna di età superiore ai 35 anni che assume contraccettivi orali e fuma tabacco, potresti contrarre tale malattia.

Come viene diagnosticata la cardiomiopatia ischemica?

Qualora si sospetta di soffrire di tale malattia si consiglia di rivolgersi ad uno specialista come un cardiologo, il quale eseguirà degli esami fisici e ulteriri test oer sviluppare una diagnosi.

Gli esami potrebbero consistere in:

  • esami del sangue per misurare il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue;
  • test di imaging, come una radiografia , TAC o MRI;
  • un ecocardiogramma per valutare l’anatomia e la funzione del tuo cuore mediante onde ultrasoniche;
  • un elettrocardiogramma (ECG o EKG) per registrare l’attività elettrica nel cuore;
  • uno stress test per monitorare l’abilità del tuo cuore quando è fatto lavorare di più;
  • cateterizzazione cardiaca, in cui viene eseguito un angiogramma coronarico per verificare il restringimento all’interno delle arterie;
  • biopsia miocardica per raccogliere e analizzare un piccolo campione di tessuto dal muscolo cardiaco.

Come viene trattata la cardiomiopatia ischemica?

Il medico deve prima indirizzare la causa sottostante il tuo IC in modo da trattarlo, abche se molto spesso il colpevole è la malattia coronarica, infatti, i medici possono raccomandare una combinazione di:

  • cambiamenti dello stile di vita;
  • farmaci;
  • chirurgia o altre procedure;
  • cambiamenti nello stile di vita.

Per aiutare a curare la malattia coronarica e ridurre il rischio di complicanze, avvalersi di una dieta sana a basso contenuto di grassi saturi, colesterolo e sodio, può essere un’ottima idea.

Se fumi, bevi alcolici o fai uso di droghe, il medico ti consiglierà di smettere subito per evitare complicazioni irreparabili.

Farmaci

Il medico può prescrivere farmaci per alleviare i sintomi, prevenire le complicazioni e migliorare la funzione cardiaca e a seconda delle circostanze, possono prescrivere:

  • un beta-bloccante per ridurre la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca;
  • un calcio-antagonista per rilassare e allargare le arterie e abbassare la pressione sanguigna;
  • un inibitore di aldosterone per abbassare la pressione sanguigna e liberare il corpo dai liquidi in eccesso per aiutare a ridurre sintomi quali gonfiore e mancanza di respiro;
  • altri tipi di diuretici per liberare il corpo dall’eccesso di liquidi, abbassare la pressione sanguigna e ridurre la quantità di lavoro al quali il muscolo cardiaco è sottoposto;
  • altre terapie farmacologiche per controllare la frequenza cardiaca e il ritmo;
  • un anticoagulante;
  • un farmaco per il trattamento di colesterolo alto;
  • Chirurgia e altre procedure.

Il medico può anche raccomandare interventi chirurgici o altre procedure che coinvolgono le arterie coronarie o altre parti del cuore. Ad esempio, possono consigliare:

  • impianto di un pacemaker, defibrillatore o entrambi per migliorare la funzione elettrica del cuore;
  • aterectomia per rimuovere la placca dalle arterie;
  • angioplastica a palloncino per aiutare a migliorare il flusso di sangue nelle arterie ristrette;
  • inserimento di uno stent, un dispositivo progettato per tenere aperte le arterie;
  • la radioterapia dopo il lume in uno stent arterioso precedentemente posizionato si restringe ripetutamente, per cercare di mantenere di nuovo il restringimento del lume delle arterie.

In casi molto gravi, il medico può raccomandare un innesto di bypass dell’arteria coronaria (CABG). Durante questo intervento chirurgico a torace aperto, il chirurgo rimuoverà da un’altra parte del corpo una parte di vaso sanguigno sano e lo ricollegherà al cuore per ripristinare l’afflusso di sangue arterioso, ciò consente al sangue di bypassare il segmento dell’arteria bloccata, che fluisce attraverso il nuovo vaso sanguigno e si connette all’arteria coronaria a valle del segmento di blocco.

Se il danno al cuore è troppo grande per essere riparato, potrebbe essere necessario un trapianto di cuore.

Qual è la prospettiva per la cardiomiopatia ischemica?

Se non trattata, IC può causare coaguli di sangue, insufficienza cardiaca e persino la morte. È fondamentale trattare la causa sottostante del tuo IC per prevenire complicazioni.

Le vostre prospettive a lungo termine dipenderanno da diversi fattori, tra cui:

  • quanti danni ha subito il tuo cuore;
  • l’efficacia del tuo trattamento;
  • le tue scelte di vita.

È più probabile sviluppare complicazioni se:

le scelte di vita sono malsanoe, come fumare tabacco o abusare di alcolici;
i farmaci vengono presi non correttamente;
non si cerca un’adeguata assistenza di follow-up;
si sviluppare un’infezione.

Chiedi al tuo medico maggiori informazioni sulla tua condizione, sul piano di trattamento e sulle prospettive.

Summary
cardiomiopatia_ischemica_sintomi_cause_e_trattamento
Article Name
Cardiomiopatia ischemica: sintomi, cause e trattamento
Description
La cardiomiopatia ischemica è una condizione in cui il muscolo cardiaco è indebolito a causa di un attacco cardiaco o di una malattia coronarica. Nella malattia coronarica, le arterie che forniscono sangue al muscolo cardiaco si restringono inpedendone il passaggio, causando danni.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo