Cervicale: Rimedi naturali ed esercizi utili per alleviare i dolori, leggi!

I dolori da cervicale possono essere molto fastidiosi fino alla totale estromissione dalla vita di tutti i giorni. Scopriamo meglio di cosa parliamo…

“Ho la cervicale” – Una frase che sempre più spesso sentiamo soprattutto in primavera e autunno, quando il clima è “indeciso” e le giornate sono alternate spesso tra piogge e caldo/freddo davvero fastidiosi.

Vestirsi a “cipolla” non basta. Sopratutto quando il sudore e l’umidità cominciano a farsi sentire lì, proprio dietro sul collo e lungo trapezi e deltoidi, (spalle).

Quando ci accorgiamo che il tempo ha fatto il suo corso è già troppo tardi: Cominciano i dolori, i nervi si tendono fino a diventare corde di violino e al primo movimento brusco, ci si irrigidisce e i dolori sono a volte così acuti da dover assumere antidolorifici ed antiinfiammatori.

dolore-cervicale-300x200

cervicale

Sebbene i medici consigliano di tenere sotto controllo questo problema proprio con i famosi FANS, esistono alcuni rimedi che aiutano ad alleviare i dolori e prevenirli quando si avvicinano le stagioni critiche.

Ma andiamo per passi e cerchiamo prima di capire di cosa stiamo parlando:

Cos’è la cervicale?

Innanzitutto, “avere la cervicale” non è un modo di dire decisamente corretto.

Può sembrare strano (ovviamente una bella dose di ironia ci vuole sempre…), ma abbiamo tutti la cervicale…

La cervicale (comunemente chiamata in questo modo) è un “apparato” nervoso-scheletrico che si trova nella parte posteriore del collo.

Chiamata anche “fascia cervicale”, si tratta di una zona del collo, ovvero una struttura connettivale che circonda i muscoli, i vasi e gli organi cervicali.

Nella fascia cervicale sono individuabili tre dispositivi fasciali distinti: le fasce cervicali superficiale, media e profonda.

Naturalmente quando parliamo di cervicale e dei suoi problemi comuni, dobbiamo sempre distinguere e capire, anche attraverso l’ausilio di un medico specializzato, se stiamo andando incontro a problemi ossei (vertebre) o nervo-muscolari.

Il plesso cervicale, per l’appunto, si divide in rami cutanei e rami muscolari:

I rami cutanei sono sensitivi e si distribuiscono alla cute di collo, orecchio, parotide, spalla. Sono rami sensitivi:

  • il nervo cervicale trasverso (o nervo cutaneo trasverso del collo)
  • il nervo piccolo occipitale
  • il nervo grande auricolare
  • i nervi sopraclavicolari

I rami muscolari sono motori e si distribuiscono ai muscoli retto anteriore della testa, retto laterale della testa, lungo del collo, lungo della testa, scaleni anteriore e medio, elevatore della scapola, intertrasversari, sternocleidomastoideo e trapezio.

Inoltre il plesso emette 2 rami muscolari ben distinti:

  • nervo cervicale discendente
  • nervo frenico

La cervicalgia

In linee generali, quando ci troviamo di fronte ad alcuni dolori che provengono da quelle zone, stiamo soffrendo di cervicalgia.

Percepita come un dolore costante, di entità variabile, a livello del rachide cervicale.

Il dolore può essere affiancato da altri sintomi come: tensione ed affaticamento muscolare, intorpidimento e formicolio localizzato, brachialgia, debolezza del braccio e della mano.

Ed è proprio questa che chiamiamo impropriamente “cervicale” per evidenziare l’infiammazione ossea o muscolosa.

Le cause

Tra le cause più frequenti dello sviluppo di questa infiammazione troviamo la sedentarietà, i colpi di freddo e la postura scorretta.

Questi fattori costituiscono il bacino di “sintomi” che la cervicalgia comporta: tensione ed affaticamento muscolare, che sfociano in episodi sporadici o più frequenti di dolore al collo.

Il dolore cervicale più intenso (forma acuta) è invece dovuto ad elementi eziopatologici più seri, come ad esempio:

  • Colpo di frusta
  • Degenerazione di uno o più dischi intervertebrali
  • Ernia cervicale
  • Ipercifosi dorsale: marcata accentuazione della fisiologica curva dorsale della colonna vertebrale
  • Iperlordosi lombare (eccessivo inarcamento del tratto inferiore del rachide)
  • Lesioni traumatiche pregresse
  • Osteofiti (speroni ossei: escrescenze ossee localizzate sulla stessa superficie dell’osso)
  • Spondilosi (osteoartrite delle vertebre cervicali)
  • Sport di potenza con sovraccarichi (es. Bodybuilding)

 

Non è finita qui…

Una postura in auto scorretta, un materasso su cui dormiamo troppo morbido finanche un cuscino inadeguato, possono aggravare la condizione dell’infiammazione fino a portarci all’esasperazione e all’allontanamento dai doveri quotidiani di una vita “tranquilla”.

Altro elemento che può aggravare la cervicalgia ma non ultimo è lo stress, che non solo accentua un dolore cervicale pre-esistente, ma può addirittura esserne la causa.

Molti soggetti, stressati dal lavoro o dalla vita odierna, scaricano le proprie tensioni assumendo posture scorrette che sfociano in contratture e rigidità muscolari ed articolari. Un simile atteggiamento finisce per irrigidire anche i muscoli del collo e delle spalle.

leggi anche qui—>link

Rimedi naturali e piccoli esercizi

Ovviamente non vi diremmo in alcun modo di sostituire un medico specialista.

Il primo passo da compiere è svolgere una visita clinica dove il medico si assicurerà di cosa effettivamente soffrite.

A seguire viene fatto un esame obiettivo con una valutazione muscolo scheletrica e neurologica.

Grazie a questa valutazione lo specialista può escludere problematiche più severe quali protusioni o ernie capaci di sollecitare o comprimere le strutture nervose.

In caso contrario il sospetto diagnostico e/o la severità del dolore obbligano il medico a effettuare un esame più approfondito con Rx, Tac, RM ed elettromiografia.

La terapia prevede l’uso di antinfiammatori e antidolorifici in fase acuta, prosegue con un trattamento specifico di terapia manuale effettuato dal fisioterapista che avrà cura di istruire il paziente su come eseguire una serie di esercizi di mantenimento e di stretching capaci di ridurre al minimo le possibilità di recidiva.

Ad ogni modo, esistono altri piccoli accorgimenti quotidiani che aiutano a tenere a bada i dolori e a lungo andare alleviarli:

  • Esercizi di yoga: Aiutano a distendere i muscoli tesi e a recuperare la postura corretta. Inoltre sciolgono la tensione non solo muscolare ma anche dello stress affievolendo anche altri piccoli problemini muscolari in tutto il corpo. A questa pratica vi consigliamo di integrare la relativa meditazione, che stimola la respirazione corretta e le normali e sane funzioni del corpo.
  • Oli essenziali: Gli oli essenziali sono una manna per chi soffre di piccoli problemi legati alla pelle e alle infiammazioni muscolo-scheletriche. Comprate degli oli cervicali all’aroma di rosmarino e lavanda.
    Su Amazon potrete trovarne molti anche economici, vi assicuriamo (provato sulla nostra pelle) che funzionano…

 

  • Termoterapia: Se avete appurato che il dolore alla cervicale sia nato a causa di un colpo di freddo, potrete provar la termoterapia. Rilassatevi e applicate sul retro del collo un cuscinetto imbottito con semi di ciliegie o chicchi di riso, da riscaldare nel forno o sul termosifone. Lo potrete acquistare facilmente online.

  • Cibi come il Ribes nero: Proprietà benefiche per la circolazione del sangue e potente antiinfiammatorio e antidolorifico, allevierà i dolori grazie alle proprietà contenute nei tannini e flavonoidi.
  • Stile di vita adeguato: Ultimo, ma non meno importante, lo stile di vita sano è da considerarsi un contesto (insieme alle cure mediche) essenziale per chi soffre di dolori alla cervicale; Assumete un approccio più rilassato alle problematiche quotidiane, spesso causa di tensioni emotive che a livello corporeo vanno ad accumularsi proprio nella zona posteriore del collo e ne gioverete sicuramente beneficio
Summary
cervical-2441707_1920
Article Name
Cervicale: Rimedi naturali ed esercizi utili per alleviare i dolori, leggi!
Description
I dolori da cervicale possono essere molto fastidiosi fino alla totale estromissione dalla vita di tutti i giorni. Scopriamo meglio di cosa parliamo...
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo