Cos’è il blocco intestinale

Cos’è il blocco intestinale?

Le particelle di cibo digerito devono viaggiare per 7,62 metri o in più intestini come parte del normale processo di digestione, questi rifiuti digeriti sono costantemente in movimento tuttavia il blocco intestinale o anche chiamato occlusione intestinale può provocare problemi impedendo il processo di digestione. Un blocco intestinale si verifica quando l’intestino tenue o crasso viene ostruito e questo blocco può essere parziale o totale e impedisce il passaggio di liquidi e alimenti digeriti.

Se si verifica un’ostruzione intestinale, cibo, fluidi, acidi gastrici e gas si accumulano in esso con il pericolo di causare abbastanza pressione da rompere l’intestino perdendo contenuti intestinali dannosi e batteri nella cavità addominale portando a complicazioni pericolose per la nostra vita.

Ci sono molte potenziali cause di ostruzione intestinale spesso questa condizione non può essere prevenuta la diagnosi precoce e il trattamento sono fondamentali visto che un’ostruzione intestinale non trattata può essere fatale. Ora vediamo i sintomi che esso provoca.

Sintomi del blocco intestinale

L’ostruzione intestinale causa una vasta gamma di sintomi fastidiosi tra cui:

  • Gonfiore severo;
  • Dolore addominale;
  • Diminuzione dell’appetito;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Incapacità di far passare gas o feci;
  • Stipsi;
  • Diarrea;
  • Gravi crampi addominali;
  • Gonfiore addominale.

Alcuni dei sintomi possono dipendere dalla posizione e dal periodo di tempo del blocco, ad esempio il vomito è un sintomo precoce del blocco dell’intestino tenue, ciò può anche verificarsi con un blocco dell’intestino crasso, se è in corso. Un’ostruzione parziale può provocare diarrea mentre un’ostruzione completa può comportare l’incapacità di far passare il gas o le feci.

L’ostruzione intestinale può anche causare gravi infezioni e infiammazioni della cavità addominale, nota come peritonite, ciò si verifica quando una parte dell’intestino si rompe e porta alla febbre e aumenta il dolore addominale questa condizione è un’emergenza pericolosa per la vita che richiede un intervento chirurgico. Ora passiamo a vedere le cause.

Cause del blocco intestinale

Il blocco intestinale può essere parziale quindi risolversi senza intervento chirurgico oppure può essere completo quindi che richiede un intervento chirurgico intestinale.

Esistono due tipi di ostruzioni: le ostruzioni meccaniche e non meccaniche scopriamole.

Ostruzione meccanica

Le ostruzioni meccaniche si verificano quando qualcosa fisicamente blocca l’intestino tenue, ciò può essere dovuto a:

  • Aderenze che consistono in tessuto fibroso che può svilupparsi dopo qualsiasi intervento chirurgico addominale o pelvico o dopo una grave infiammazione;
  • Volvolo o torsione degli intestini;
  • Intussuscezione una grave condizione patologica e sta indicare la spinta di un segmento di intestino nella sezione successiva come avviene con un “telescopico”;
  • Malformazioni dell’intestino che spesso si verifica nei neonati ma possono verificarsi anche nei bambini e negli adolescenti;
  • Tumori nell’intestino tenue;
  • Calcoli biliari sebbene raramente causino ostruzioni;
  • Oggetti ingeriti soprattutto nei bambini;
  • Ernie che coinvolgono una porzione dell’intestino che sporge fuori dal tuo corpo o in un’altra parte del corpo;
  • Malattia infiammatoria intestinale come il morbo di Crohn.

Sebbene meno comuni le ostruzioni meccaniche possono anche bloccare il colon o l’intestino crasso, questo può essere dovuto a:

  • Stitichezza;
  • Aderenze da infezioni pelviche o interventi chirurgici;
  • Cancro ovarico;
  • Cancro al colon;
  • Spina di meconio nei neonati (prima il meconio è il primo figlio di feci)
  • Volvolo e intussuscezione;
  • Diverticolite infiammazione o infezione delle sacche gonfie dell’intestino
  • Stenosi restringimento del colon causato da cicatrici o infiammazioni

Precedentemente abbiamo visto le ostruzioni meccaniche ora passiamo a vedere le ostruzione non meccaniche.

Ostruzione non meccanica

L’intestino tenue e quello crasso normalmente funzionano in un sistema di movimento coordinato, se qualcosa interrompe queste contrazioni coordinate può causare un’ostruzione intestinale funzionale o generalmente nota come un’ostruzione non meccanica. Se si tratta di una condizione temporanea si parla di un ileo mentre si chiama pseudo-ostruzione se diventa cronica o a lungo termine.

Le cause per ileo includono:

  • Chirurgia addominale o pelvica;
  • Infezioni come gastroenterite o appendicite;
  • Alcuni farmaci compresi i farmaci antidolorifici oppiacei;
  • Squilibri elettrolitici.

La pseudo-ostruzione intestinale può essere causata da:

  • Morbo di Parkinson sclerosi multipla e altri disturbi nervosi e muscolari;
  • Malattia di Hirschsprung un disturbo in cui vi è una mancanza di nervi nelle sezioni dell’intestino crasso;
  • Disturbi che causano lesioni nervose come il diabete mellito;
  • Ipotiroidismo o ghiandola tiroidea iperattiva.

Queste sono le cause che provocano il blocco intestinale ora vediamo come avviene l’ostruzione nei neonati.

Ostruzione intestinale nei neonati

L’ostruzione intestinale nei neonati di solito deriva da infezioni, malattie di organi e diminuzione del flusso di sangue verso l’intestino (strangolamento). Alcuni bambini sperimentano la condizione dopo aver avuto l’influenza dello stomaco causando l’infiammazione nel loro intestino.

L’intussuscezione è più comune nei bambini di 2 anni e più giovani ciò si verifica quando una parte del loro intestino crolla o scivola in un’altra parte e di conseguenza il loro intestino si blocca.

Qualsiasi tipo di ostruzione intestinale è difficile da diagnosticare nei bambini perché non possono descrivere i loro sintomi, invece i genitori devono osservare i loro figli nel caso si verificassero cambiamenti e sintomi che potrebbero indicare un blocco ad esempio:

  • Gonfiore addominale;
  • Eccessiva sonnolenza;
  • Avere la febbre;
  • Grugnire dal dolore;
  • Feci di passaggio con presenza di sangue note anche come “gelatina di ribes“;
  • Pianto molto forte;
  • Vomito, in particolare vomito biliare che è giallo verde;
  • Mostrare segni di debolezza.

Se si notano questi sintomi o altri cambiamenti nel bambino consultare immediatamente un medico.

Quando vedere un dottore

Rivolgersi alle cure mediche se si hanno i sintomi di un’ostruzione intestinale specialmente se si è sottoposti a un intervento chirurgico addominale. In caso di gonfiore addominale, costipazione grave e perdita di appetito consultare immediatamente un medico.

Come viene diagnosticata l’ostruzione intestinale

In primo luogo un medico può spingere l’addome per esaminarlo quindi ascoltano con uno stetoscopio qualsiasi suono prodotto. La presenza di un nodulo duro o di particolari tipi di suoni specialmente in un bambino può aiutare a determinare se esiste un’ostruzione. Altri test includono:

  • Esami del sangue per conta ematica, funzionalità epatica e renale e livelli di elettroliti;
  • Raggi X;
  • TAC;
  • Colonscopia un tubo flessibile che il medico usa per guardare l’intestino crasso;
  • Clistere con contrasto.

Questi sopra elencati sono tutti i test che servono per diagnosticare un possibile blocco intestinale.

Potenziali complicazioni

Trattare il blocco intestinale è essenziale per ridurre complicazioni come:

  • Disidratazione;
  • Squilibri elettrolitici;
  • Perforazione o un foro che si forma nel tuo intestino che porta a infezioni;
  • Insufficienza renale.

Se l’ostruzione impedisce al sangue di raggiungere un segmento dell’intestino ciò può portare a:

  • Infezione;
  • Morte dei tessuti;
  • Perforazione intestinale;
  • Sepsi un’infezione del sangue pericolosa per la vita;
  • Insufficienza multiorgano;
  • Morte.

Per alcune persone con un’ostruzione cronica dovuta a una stenosi o restringimento del loro intestino, un medico può posizionare uno stent metallico che si espande all’interno dell’intestino usando un lungo tubo chiamato endoscopio. Lo stent, una rete metallica, tiene aperto l’intestino. La procedura potrebbe non richiedere il taglio nell’addome ed è solitamente usata se una persona non è candidata alla chirurgia tradizionale.

Trattare l’ostruzione intestinale

Il trattamento dipende dalla posizione e dalla gravità dell’ostruzione e si consiglia di non tentare di trattare il problema a casa. Il trattamento appropriato dipende dal tipo di ostruzione intestinale.

Per ostruzioni parziali o un ileo può essere possibile trattare semplicemente riposando l’intestino e somministrando liquidi per via endovenosa (IV). Il riposo intestinale significa che non vi verrà dato nulla da mangiare o al massimo solo liquidi chiari durante quel periodo.

Il trattamento della disidratazione è importante. Un medico può dare liquidi per via endovenosa per correggere lo squilibrio elettrolitico. Un catetere può essere inserito nella vescica per drenare l’urina.

Potrebbe essere necessario passare un tubo attraverso il naso e giù nella gola, nello stomaco e nell’intestino per alleviare:

  • Pressione;
  • Gonfiore;
  • Vomito.

Se il problema è dovuto all’uso di farmaci antidolorifici il medico può prescrivere farmaci che riducono l’effetto dei narcotici sull’intestino.

La chirurgia sarà necessaria se queste misure falliscono o se i sintomi peggiorano. Il trattamento in questo caso richiede in genere una degenza ospedaliera. Verranno somministrati fluidi per via endovenosa perché oltre ad alleviare la disidratazione aiutano a prevenire gli shock durante l’intervento chirurgico.

Una grave complicazione dell’ostruzione intestinale può essere un danno permanente all’intestino. In questo caso un chirurgo eseguirà un’operazione per rimuovere la sezione di tessuto morto e riunire le due estremità sane dell’intestino.

Mentre i farmaci da prescrizione non possono trattare l’ostruzione stessa, possono aiutare a ridurre la nausea fino a quando non vengono eseguiti ulteriori interventi. Esempi di farmaci che il medico può prescrivere includono:

  • Antibiotici per ridurre l’infezione;
  • Farmaci antinausea per impedire di vomitare;
  • Antidolorifici.

Non si devono ignorare i sintomi di un’ostruzione intestinale o tentare di trattare un’ostruzione intestinale a casa perché è altamente pericoloso e dannoso per la salute.

Conclusione

Se non trattata l’ostruzione intestinale può causare la morte del tessuto nella parte interessata dell’intestino inoltre può anche portare a un buco o perforazione nella parete dell’intestino, grave infezione e shock.

Nel complesso le prospettive della condizione dipendono dalla sua causa. La maggior parte dei casi di ostruzione intestinale sono curabili, tuttavia altre cause, come il cancro richiedono un trattamento e un monitoraggio a lungo termine.

Summary
Blocco-intestinale
Article Name
Cos'è il blocco intestinale
Description
Le particelle di cibo digerito devono viaggiare per 7,62 metri o in più intestini come parte del normale processo di digestione, questi rifiuti digeriti sono costantemente in movimento tuttavia il blocco intestinale o anche chiamato occlusione intestinale può provocare problemi impedendo il processo di digestione.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo