Cos’è un ileo?

Cos’è un ileo?

19 Marzo 2018 1 Di Tello

Ileo cos’è?

Ileo è il termine medico che sta ad indicare la mancanza di movimento in una parte nell’intestino che porta a un accumulo e potenziale blocco di materiale alimentare, infatti esso può portare a un’ostruzione intestinale.

L’intestino è un organo dell’apparato digerente, il tratto dell’intestino è lungo circa 7/8 metri ciò significa che gli alimenti che mangi hanno una lunga strada da percorrere prima di essere completamente digeriti o escreti. L’intestino tenue completa questo compito muovendosi in un movimento ondulatorio, conosciuto come peristalsi, queste contrazioni muscolari portano per tutta la lunghezza dell’intestino il ​​cibo digerito, tuttavia, se qualcosa rallenta o blocca questo movimento, il risultato può essere un occlusione intestinale, conosciuto anche come ileo paralitico. (approfondisci)

Un ileo è una seria preoccupazione e molte persone spesso non sanno che il cibo si sta accumulando nel loro intestino continuando a mangiare spingendo sempre più materiale verso l’accumulo. Senza trattamento, l’ileo può perforare o lacerare l’intestino, ciò causa la fuoriuscita del contenuto intestinale, che ha alti livelli di batteri, in aree della cavità corporea. Questo può essere mortale, quindi se si verifica un ileo, è importante ottenere il trattamento il più rapidamente possibile.

cos-e-un-ileo-300x200

Quali sono i sintomi di un ileo?

Un ileo può causare estremo disagio addominale e i sintomi associati includono:

  • crampi addominali;
  • perdita di appetito;
  • sensazione di pienezza;
  • stipsi;
  • incapacità di passare il gas;
  • gonfiore allo stomaco;
  • nausea;
  • vomito, in particolare vomito di contenuti simili a feci.

I sintomi gastrointestinali sono i segni più comuni di un ileo, infatti, lo stomaco e l’intestino inizieranno a riempirsi di gas che non potranno uscire dal retto e ciò fa assumere all’addome un aspetto teso e gonfio.

Se si verificano questi sintomi, specialmente dopo un’intervento chirurgico, è importante consultare immediatamente un medico.

Quali sono le cause di un ileo?

Un ileo è comune dopo un’intervento chirurgico perché alle persone vengono spesso prescritti farmaci che possono rallentare i movimenti intestinali. Questo è un tipo di ileo paralitico e in questo caso, l’intestino non è bloccato, piuttosto, non si muove correttamente.

Esempi di medicinali che possono causare un ileo paralitico includono:

  • idromorfone (Dilaudid);
  • morfina;
  • ossicodone;
  • antidepressivi triciclici come amitriptilina e imipramina (Tofranil).

Tuttavia, ci sono molte altre cause come:

  • cancro intestinale;
  • la malattia di Crohn , che causa l’aumento delle pareti intestinali a causa di un’infiammazione autoimmune
    diverticolite;
  • la malattia di Parkinson , che colpisce i muscoli e i nervi nell’intestino.

Queste sono le cause di ileo più comuni negli adulti, mentre la causa di Ileo nei bambini secondo alcuni studi è dovuta alll’intussuscezione. Questo è quando una parte dell’intestino “telescopica” o scivola su se stessa.

Fattori di rischio per ileo

Ileus è la seconda ragione più comune di riammissione ospedaliera nei primi 30 giorni dopo l’intervento. Un ileo è più probabile se hai avuto recentemente un intervento chirurgico addominale.

Le procedure chirurgiche sull’addome che comportano la manipolazione dell’intestino comunemente causano l’interruzione del movimento intestinale per un periodo di tempo; questo permette al chirurgo di accedere al tuo intestino. A volte la normale peristalsi può essere lenta da recuperare, infatti, alcune persone hanno maggiori probabilità di sperimentare la formazione di tessuto cicatriziale successivo che può anche portare a un ileo.

Un certo numero di condizioni mediche può aumentare il rischio di ileo. Loro includono:

  • squilibrio elettrolitico, come quelli che coinvolgono il potassio e il calcio;
  • storia di lesioni intestinali o traumi;
  • storia di disturbi intestinali, come il morbo di Crohn e la diverticolite;
  • sepsi;
  • storia di irradiazione di o vicino all’addome;
  • malattia delle arterie periferiche;
  • rapida perdita di peso.

L’invecchiamento inoltre rallenta naturalmente la velocità di movimento dell’intestino, infatti, un anziano è a maggior rischio di ileo, soprattutto perché tende a prendere più farmaci potenzialmente in grado di rallentare il movimento del materiale attraverso l’intestino.

Come viene diagnosticato un ileo?

Un medico dovrebbe prima ascoltare la descrizione dei sintomi e probabilmente ti verrà chiesto qualsiasi storia di condizioni mediche, farmaci prescritti e interventi chirurgici, in particolare le procedure più recenti. Il medico eseguirà un esame fisico, osservando l’addome per segni di gonfiore o senso di oppressione, inoltre ascolterà l’addome per i suoni tipici dell’intestino con uno stetoscopio. Se il tuo intestino non si muove a causa di un ileo, il tuo dottore potrebbe non sentire nulla o sentire suoni eccessivi dell’intestino.

Gli studi di imaging sono generalmente ordinati dopo un esame fisico approfondito, quindi il medico può utilizzare questi metodi per identificare le aree in cui il contenuto intestinale sembra essere concentrato, inoltre questi studi possono mostrare dove si trova il problema, probabilmente mostrando un accumulo di gas, un intestino ingrossato o addirittura un’ostruzione. Esempi di studi di imaging includono:

  • radiografia del film piano : questo può mostrare segni di gas intrappolati e possibilmente l’ostruzione, ma i raggi X del film piano non sono sempre il modo più decisivo per diagnosticare un ileo;
  • scansione TC : questa scansione fornisce immagini a raggi X più dettagliate per aiutare i medici a identificare l’area potenziale in cui si trova l’ileo. In genere la scansione utilizza agenti di contrasto iniettati per via endovenosa o assunti per via orale;
  • ultrasuoni : questa tecnica di imaging è più comunemente utilizzata per identificare un ileo nei bambini.

In alcuni casi, un medico può utilizzare una procedura diagnostica nota come clisma aereo o bario . Un medico inserirà aria o solfato di bario, una sostanza radio openica, attraverso il retto nel colon, mentre un tecnico prenderà i raggi X dell’addome. L’aria o il bario vengono visualizzati sulla radiografia per aiutare il tecnico a visualizzare qualsiasi potenziale ostacolo. In alcuni bambini, questa procedura può trattare un ileo causato dall’intussuscezione.

Quali complicazioni può causare un ileo?

Un ileo può trasformarsi in una situazione grave e potenzialmente pericolosa per la vita. Due delle più gravi complicazioni sono:

Necrosi

Conosciuto anche come morte cellulare prematura o tessuto morto, la necrosi può verificarsi quando un’ostruzione interrompe l’afflusso di sangue all’intestino. Senza sangue, l’ossigeno non può arrivare al tessuto, facendolo morire indebolendo poi la parete intestinale, che a sua volta rischia di strapparsi causando una perdita di contenuti intestinali. Questo è noto come perforazione intestinale .

Peritonite

La perforazione intestinale menzionata in precedenza può causare la peritonite. Questa è una grave infiammazione nella cavità addominale causata da batteri o funghi. L’intestino contiene molti batteri, i quali dovrebbero restare nell’intestino e non muoversi liberamente nella cavità del corpo. La peritonite batterica può trasformarsi in sepsi, una condizione pericolosa per la vita che può provocare shock e insufficienza d’organo.

Come viene trattato un ileo?

I trattamenti dipendono dalla sua gravità. Esempi inclusi:

Ostruzione parziale

A volte una condizione come la malattia di Crohn o la diverticolite significano che parte dell’intestino non si muove, quindi alcuni materiali intestinali potrebbero comunque passare. In questo caso, un medico può raccomandare una dieta povera di fibre. Questo può aiutare a ridurre le feci ingombranti, rendendo più facile il passaggio, tuttavia, se ciò non dovesse funzionare, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per riparare o spostare la parte interessata dell’intestino.

Ostruzione completa

Un’ostruzione completa è un’emergenza medica e Il trattamento dipenderà dalla salute generale. Ad esempio, alcune persone non possono gestire un intervento chirurgico addominale esteso, come la maggior parte degli anziani e quelli con cancro al colon. In questo caso, un medico può usare uno stent metallico per rendere l’intestino più aperto, in modo che il cibo inizi a liberare l’organo.

La chirurgia addominale per rimuovere il blocco o la porzione di intestino danneggiata può essere comunque necessaria.

Ileo paralitico

Il trattamento per un ileo paralitico inizia identificando la causa sottostante. Se la medicina è la causa, un medico può essere in grado di prescrivere un altro farmaco per stimolare la motilità (movimento intestinale). Un esempio è metoclopramide (Reglan). Anche l’interruzione dei farmaci che hanno causato l’ileo, se possibile, può essere d’aiuto, tuttavia, non deve interrompere l’assunzione di un medicinale, in particolare un antidepressivo, senza l’approvazione del medico.

Il trattamento senza chirurgia è possibile durante le prime fasi del ileo paralitico, anche se potrebbe comunque essere necessaria una degenza ospedaliera per ottenere i liquidi adeguati fino a quando il problema non sarà completamente risolto. Un medico può anche utilizzare un sondino nasogastrico con aspirazione, oltre a dare idratazione endovenosa del fluido, conosciuta come decompressione nasogastrica, questa procedura richiede l’inserimento di un tubo nella cavità nasale per raggiungere lo stomaco. Essenzialmente il tubo aspira l’aria e il materiale in eccesso che altrimenti potresti vomitare.

La maggior parte dell’ileo legato alla chirurgia si risolverà entro due o quattro giorni dall’intervento, tuttavia, alcune persone richiedono un intervento chirurgico per la correzione se la condizione non migliora.

Considerazioni per la chirurgia

I tuoi intestini sono molto lunghi, quindi puoi vivere senza una parte di esso, infatti, molte persone vivono una vita sana senza una parte del loro intestino.

In alcuni casi, un medico potrebbe dover rimuovere l’intero intestino. In questo caso, un medico creerà una sacca speciale chiamata stomia, la quale consente alle feci di drenare dal tratto gastrointestinale rimanente. Devi curare la stomia, ma puoi vivere senza l’intestino dopo un ileo.

Prospettiva per un ileo

Un ileo è comune e altamente curabile, quindi se hai avuto un recente intervento chirurgico o hai altri fattori di rischio per un ileo dovresti essere consapevole dei sintomi. La ricerca di cure mediche è importante nella speranza che l’ileo possa essere risolto senza un trattamento medico invasivo.

È possibile prevenire un ileo?

La maggior parte dei fattori di rischio associati alla malattia non è prevenibile. Gli esempi includono una ferita o una malattia cronica. Se è necessario un intervento chirurgico, deve essere presa in considerazione la possibilità di un ileo. Ma non dovrebbe impedirti di avere un intervento chirurgico necessario.

Essere consapevoli dei sintomi è importante nel cercare un trattamento tempestivo per evitare che peggiori.

Summary
cos-e-un-ileo
Article Name
Cos'è un ileo?
Description
Ileo è il termine medico che sta ad indicare la mancanza di movimento in una parte nell'intestino che porta a un accumulo e potenziale blocco di cibo.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo