Fistole gastrointestinali

Fistole gastrointestinali

30 Marzo 2018 0 Di Dieffe

Le fistole gastrointestinali sono aperture anomale che permettono al contenuto dello stomaco o dell’intestino di fuoriuscire e provocare danni irreparabili. Come possiamo prevenirle?

Le Fistole gastrointestinali sono un’apertura anormale nel tratto digestivo che causa la fuoriuscita di liquidi gastrici attraverso il rivestimento dello stomaco o dell’intestino. Ciò può causare infezioni quando questi liquidi penetrano nella pelle o in altri organi.

La fistola si presenta più comunemente dopo un intervento chirurgico intra-addominale, che è un intervento chirurgico all’interno dell’addome. Anche le persone con problemi digestivi cronici hanno un alto rischio di sviluppare una fistola.

Alcuni tipi di fistole:

1. Fistole gastrointestinali

In una fistola intestinale, il liquido gastrico fuoriesce da una parte dell’intestino all’altra dove le pieghe si toccano. Questa è anche conosciuta come una fistola “intestinale”.

2. Fistola extraintestinale

Questo tipo di fistola si verifica quando il fluido gastrico perde dall’intestino agli altri organi, come vescica, polmoni o sistema vascolare.

3. Fistola esterna

In una fistola esterna, il liquido gastrico perde la pelle. È anche noto come “fistola cutanea”.

4. Fistola complessa

Una fistola complessa è quella che si verifica in più di un organo.

Cause delle fistole

Complicazioni chirurgiche

Circa l’ 85-90 per cento dell’infezione si sviluppa dopo l’intervento chirurgico intra-addominale. È più probabile che sviluppi una fistola se hai avuto o hai praticato:

  • cancro;
  • radioterapia al tuo addome;
  • un’occlusione intestinale;
  • problemi di sutura chirurgica;
  • problemi del sito di incisione;
  • un ascesso;
  • un’infezione;
  • un ematoma o un coagulo di sangue sotto la pelle;
  • un tumore;
  • malnutrizione.

Fistola spontanea

Un fistola si forma anche senza una causa apparente nel 15-25% dei casi. Questa è anche chiamata formazione spontanea.

Malattie infiammatorie intestinali , come il morbo di Crohn , possono causare le fistole. Circa il 40% delle persone con malattia di Crohn sviluppa una fistola ad un certo punto della propria vita. Infezioni intestinali, come diverticolite e insufficienza vascolare (flusso sanguigno inadeguato) sono altre cause.

Trauma

I traumi fisici, come le ferite da arma da fuoco o da coltello che penetrano nell’addome, possono causare lo sviluppo di una fistola ma si tratta di casi molto rari.

Sintomi e complicanze di una fistola

I tuoi sintomi saranno diversi a seconda se hai una fistola interna o esterna.

Le fistole esterne causano lo scarico attraverso la pelle. Sono accompagnati da altri sintomi, tra cui:

  • dolore addominale;
  • ostruzione dolorosa dell’intestino (scopri di più);
  • febbre;
  • elevato numero di globuli bianchi.

Le persone che hanno fistole interne possono sperimentare:

  • diarrea;
  • sanguinamento rettale;
  • un flusso sanguigno o sepsi
  • scarso assorbimento di sostanze nutritive e perdita di peso;
  • disidratazione;
  • peggioramento della malattia di base.

La complicanza più grave della fistola è la sepsi, un’emergenza medica in cui il corpo ha una grave risposta ai batteri. Questa condizione può portare a pericolosamente bassa pressione sanguigna, danni agli organi e in alcuni casi anche la morte.

 Quando vedere un dottore

Rivolgersi al proprio medico se si verifica uno di questi sintomi dopo l’intervento chirurgico:

  • un cambiamento significativo nelle tue abitudini intestinali;
  • grave diarrea;
  • perdita di fluido da un’apertura nell’addome o vicino all’ano;
  • dolore insolito agli addominali.

Il medico esaminerà prima la tua storia medica e chirurgica e valuterà i tuoi sintomi attuali. Potrebbero eseguire diversi esami del sangue per diagnosticare la malattia.

Queste analisi del sangue spesso valuteranno i tuoi elettroliti sierici e lo stato nutrizionale.

Se la fistola è esterna, lo scarico può essere inviato ad un laboratorio per l’analisi. Un fistulogramma può essere fatto iniettando la tintura a contrasto nell’apertura della pelle e prendendo i raggi X.

Trovare le fistole interne può essere più difficile. Il medico può eseguire questi test:

  • Un’endoscopia superiore e inferiore comporta l’uso di un tubo sottile e flessibile con una fotocamera collegata. Questa è usata per visualizzare possibili problemi nel tratto digestivo o gastrointestinale. La fotocamera è chiamata endoscopio.
  • È possibile utilizzare la radiografia intestinale superiore e inferiore con mezzo di contrasto. Questo può includere una deglutizione del bario se il medico pensa che potresti avere uno stomaco o una fistola intestinale. Un clistere di bario può essere usato se il medico pensa di avere una fistola del colon.
  • Una ecografia o una TAC può essere utilizzata per trovare fistole intestinali o aree ascisse.
  • Un fistulogramma comporta l’iniezione di un colorante a contrasto nell’apertura della pelle in una fistola esterna e quindi l’acquisizione di immagini a raggi X.

Per una fistola che coinvolge i principali condotti del fegato o del pancreas, il medico può ordinare uno speciale test di imaging chiamato colangiopancreatografia a risonanza magnetica.

Il medico effettuerà una valutazione approfondita della fistola per determinare la probabilità che si chiuda da sola. Le fistole sono classificate in base alla quantità di liquido gastrico che filtra attraverso l’apertura. Le fistole a bassa emissione producono meno di 200 millilitri (mL) di liquido gastrico al giorno. Le fistole ad alto rendimento producono circa 500 ml al giorno.

Alcuni tipi di fistole si chiudono da soli quando:

  • la tua infezione è controllata;
  • il tuo corpo sta assorbendo abbastanza nutrienti;
  • la tua salute generale è buona;
  • solo una piccola quantità di liquido gastrico sta arrivando attraverso l’apertura;

Il trattamento si concentrerà sul farti nutrire bene e prevenire l’infezione della ferita se il tuo medico pensa che la tua fistola possa chiudersi da sola.

I trattamenti possono includere:

  • reintegrare i liquidi;
  • correggere i tuoi elettroliti sierici;
  • normalizzare uno squilibrio acido e basico;
  • ridurre l’uscita del fluido dalla tua fistola;
  • controllare l’infezione e proteggersi dalla sepsi;
  • proteggere la pelle e fornire cure per le ferite in corso.

Il trattamento può richiedere settimane o addirittura mesi. Il medico può raccomandare di chiudere chirurgicamente la fistola se non si migliora dopo 3-6 mesi di trattamento.

Prospettive a lungo termine

Le fistole si chiudono da sole circa il 25% delle volte senza intervento chirurgico in persone che sono altrimenti sane e quando vengono prodotte piccole quantità di liquido gastrico.

Summary
wound-1270565_960_720
Article Name
fistole gastrointestinali
Description
Le fistole gastrointestinali sono aperture anomale che permettono al contenuto dello stomaco o dell'intestino di fuoriuscire e provocare danni irreparabili. Come possiamo prevenirle?
Author
Publisher Name
oghers
Publisher Logo