Frattura o rottura? Scopriamo la differenza!

Frattura o rottura: qual’è la differenza? C’è una reale disuguaglianza tra i due termini o hanno lo stesso significato? Scopriamolo insieme

Frattura o rottura? potresti aver sentito persone parlare di fratture ossee e rotture. I termini sono in realtà intercambiabili e si riferiscono entrambi a un osso che è stato distrutto, spesso da una forza eccessiva.

Le fratture di solito non mettono in pericolo di vita, ma hanno bisogno di cure mediche immediate.

Cosa causa una frattura?

Le lesioni alle ossa sono comuni, una frattura si verifica quando un osso viene colpito da qualcosa di più forte dell’osso stesso. Questo fa sì che si rompa. Incidenti stradali, infortuni sportivi e cadute sono cause comuni di fratture.

L’usura ripetuta su un osso, ad esempio durante la corsa, può anche causare piccole fratture. Queste sono chiamate fratture da stress.

A volte le fratture sono il risultato di un’infezione o di un cancro che indebolisce l’osso. Le ossa indebolite nelle persone anziane invece, sono chiamate osteoporosi.

Le fratture possono variare da lievi a gravi a seconda della forza dell’impatto e se vi sono altri danni al corpo. Altri tipi di danni che possono verificarsi quando si frattura un osso:

  • Lacerazione della carne;
  • danno ai nervi;
  • danno muscolare;
  • danni agli organi;

Per maggiori informazioni, leggi qui

Come capisco se ho una frattura?

Il segno principale di una frattura è il dolore. La maggior parte delle fratture saranno dolorose, soprattutto se si tenta di spostare l’osso ferito.

Altri sintomi nel sito della lesione includono:

  • gonfiore;
  • intorpidimento;
  • emorragia;
  • lividi o cambiamento di colore;
  • l’osso che spunta attraverso la pelle.

Dovresti andare al pronto soccorso se sospetti una frattura. Chiama un’ambulanza se hai ferite multiple o non sei in grado di camminare.

Come viene diagnosticata una frattura o rottura?

Il medico esaminerà il paziente e controllerà l’area della lesione per mobilità e per eventuali danni a vasi sanguigni o articolazioni. La maggior parte delle fratture viene diagnosticata utilizzando una radiografia dell’osso interessato.

A volte possono essere necessari altri test oltre ai raggi X per determinare l’entità della frattura e il danno associato.

La risonanza magnetica o la scansione ossea possono mostrare più dettagli se la frattura è piccola. Una risonanza magnetica può anche mostrare l’area del tessuto molle intorno all’osso e può indicare lesioni a muscoli o tendini circostanti.

Una scansione tomografica computerizzata, può essere utilizzata per fornire un’immagine tridimensionale in sezioni orizzontali o verticali dell’area interessata. Questo mostrerà più dettagli della frattura. Il medico può anche iniettare una tintura nelle arterie e quindi eseguire una scansione. Il colorante può rendere più facile per il medico identificare i danni ai vasi sanguigni. Infine, se si sospetta un danno ai nervi, gli studi di conduzione nervosa possono essere utilizzati per verificare la presenza di eventuali nervi danneggiati.

Il medico chiederà anche come si sia verificato il danno, quando è iniziato il dolore e se il dolore sta peggiorando. Questo aiuterà il medico a decidere se verificare ulteriori complicazioni, come un’interruzione del flusso sanguigno.

In che modo il medico curerà la tua frattura o rottura?

Il trattamento per una frattura dipende dal tipo di lesione, dalla posizione della lesione e dalla sua gravità.

Le ossa guariscono da sole producendo nuovo tessuto osseo per riparare la frattura. Il nuovo tessuto osseo si forma ai margini della frattura per “unire” i pezzi rotti insieme. All’inizio il nuovo osso è morbido e quindi deve essere protetto.

Di solito una frattura viene immobilizzata per proteggere il tessuto osseo. Il medico può immobilizzare l’osso utilizzando una stecca e/o un gesso.

Questi dispositivi possono aiutare a mantenere l’osso allineato mentre guarisce. Inoltre rendono più difficile l’utilizzo accidentale dell’osso danneggiato.

Per un osso piccolo come un dito o un dito, la frattura o rottura può essere immobilizzata avvolgendola con un impacco morbido o una stecca.

L’osso infortunato potrebbe dover essere riallineato nella sua posizione naturale prima di essere immobilizzato con un cast o una stecca. Il riallineamento può essere eseguito senza intervento chirurgico e si chiama riduzione chiusa. Questo spesso richiede un anestetico locale e antidolorifici.

A volte sarà necessario un intervento chirurgico per riposizionare l’osso ferito. Il chirurgo potrebbe anche aver bisogno di inserire quanto segue nell’osso per aiutare ad allineare chirurgicamente l’osso:

  • perni;
  • aste;
  • viti.

Questo può richiedere anestesia e antidolorifici.

Le fratture dell’anca richiedono quasi sempre un intervento chirurgico per promuovere una guarigione più rapida e migliore. Alcune fratture degli arti possono richiedere una trazione, una trazione delicata dei muscoli e dei tendini intorno all’osso rotto per riallineare l’osso. La trazione può essere creata con un sistema di pesi e pulegge montati su una struttura metallica sopra il letto.

Quanto ci vorrà per guarire la tua frattura?

In media, le fratture guariscono in sei-otto settimane. I bambini di solito guariscono più velocemente degli adulti.

Il tempo di guarigione dipende dalla posizione e dalla gravità dell’interruzione. La tua età e la tua salute generale influenzeranno anche i tuoi tempi di recupero. Segui i consigli del tuo medico per prendersi cura della frattura per migliorare il processo di guarigione.

Il dolore di solito si interrompe prima che la frattura sia completamente guarita, ma è importante continuare a proteggere l’area lesa fino a quando non si è completamente rimarginata. Potresti avere un programma di fisioterapia ed esercizi progettati per aumentare la forza muscolare e la flessibilità articolare nell’area ferita.

La maggior parte delle fratture guarisce senza complicazioni. Una frattura non aumenta necessariamente o riduce le possibilità di interruzione della stessa area in futuro.

Cosa puoi fare per prevenire le fratture?

Mantenere le ossa in salute è importante ad ogni età. Questo significa ottenere abbastanza calcio dalla tua dieta e fare esercizi per mantenere le tue ossa forti. Le ossa deboli si rompono più facilmente.

Dopo i 40 anni, tutti iniziano a perdere massa ossea. Il tuo corredo genetico determina il tuo picco di massa ossea, ma la dieta e l’esercizio fisico fanno una grande differenza nel mantenere le tue ossa sane con l’età.

A qualsiasi età, sono necessari esercizi giornalieri di carico, come camminare, per la salute delle ossa. Rivolgiti al tuo medico per un programma di esercizi appropriato per te.

Ci sono anche alcune cose che puoi fare per prevenire cadute e ridurre il rischio di fratture ossee:

  • Indossare scarpe comode e di qualità;
  • Ridurre al minimo l’ingombro in casa;
  • Assicurarsi che fili, cavi e altri pericoli non siano presenti per evitare di inciampare;
  • Avere un’illuminazione adeguata e posizionare le luci notturne nel bagno o in altre stanze a cui si può avere accesso nel bel mezzo della notte;
  • Tappeti sicuri con cuscinetti antiscivolo;
  • Esercizio fisico per migliorare il tuo equilibrio. Segui un corso di equilibrio, yoga da sedia o tai chi.
Summary
ankle-2253057_960_720
Article Name
Frattura o rottura? Scopriamo la differenza!
Description
Frattura o rottura: qual'è la differenza? C'è una reale disuguaglianza tra i due termini o hanno lo stesso significato? Scopriamolo insieme
Author
Publisher Name
oghers
Publisher Logo