Gastroenterite batterica

La gastroenterite batterica si verifica quando i batteri causano un’infezione nell’intestino provocando infiammazione in esso e nello stomaco, inoltre, potrebbero anche manifestare sintomi come vomito, crampi addominali gravi e diarrea.

Mentre i virus causano infezioni gastrointestinali, i batteri causano infezioni batteriche, che alcune persone chiamano” intossicazione alimentare “.

La gastroenterite batterica può derivare da scarsa igiene o dopo uno stretto contatto con animali o il consumo di cibo e acqua contaminata da batteri (oppure dalle sostanze tossiche prodotte dai batteri).

Gastroenterite sintomi

I sintomi della gastroenterite batterica variano a seconda dei batteri che causano l’infezione. I sintomi possono includere:

  • perdita di appetito;
  • nausea e vomito;
  • diarrea;
  • dolori addominali e crampi;
  • sangue nelle feci;
  • febbre.

Chiamare il medico se i sintomi non migliorano dopo cinque giorni, due giorni per i bambini, 12 ore per i bambini di età superiore a tre mesi se continuano a vomitare, mentre per chi ha un’età inferiore a tre mesi ha diarrea o vomito.

Trattare la gastroenterite batterica

Cosa fondamentale è mantenersi idratati evitando complicazioni, inoltre, è importante non perdere troppi sali, come sodio e potassio,poiché, il corpo ha bisogno di questi in determinate quantità per funzionare correttamente.

Nel caso di gastroenterite acuta, si rischia di essere ricoverati in ospedale per una somministrazione di liquidi e sali per via endovenosa. Gli antibiotici sono generalmente riservati per i casi più gravi.

Rimedi domestici per casi lievi

Se si ha un caso lieve, si potrebbe essere in grado di curare la gastroenterite batterica a casa.

Provando quanto segue:

  • bere liquidi regolarmente durante il giorno, soprattutto dopo attacchi di diarrea;
  • mangiare poco e spesso includendo alcuni cibi salati;
  • consumare cibi o bevande con potassio, come succo di frutta e banane;
  • non assumere farmaci senza aver consultato il medico;
  • andare in ospedale se non si riesce a contenere i liquidi.

Alcuni ingredienti possono aiutare a mantenere equilibrati gli elettroliti e curare la diarrea. Lo zenzero può aiutare a combattere le infezioni e a rendere meno gravi i dolori di stomaco o addominali. L’aceto di mele e il basilico possono lenire lo stomaco rafforzandolo contro le infezioni future.

Evitare di mangiare latticini, frutta o cibi ricchi di fibre per evitare che la diarrea peggiori.

I medicinali da banco che neutralizzano l’acido gastrico possono aiutare a combattere queste infezioni, inoltre, le medicine che trattano sintomi come diarrea, nausea e dolori addominali possono aiutare ad alleviare lo stress e il dolore dell’infezione. Non assumere trattamenti da banco se non sotto scrittura medica.

Cause di gastroenterite batterica

Numerosi batteri possono causare gastroenterite, tra cui:

  • Yersinia, trovata nel maiale (batterio della peste bubbonica);
  • stafilococco , presente in latticini, carne e uova;
  • shigella , che si trova in acqua (spesso piscine);
  • salmonella , presente in carne, latticini e uova;
  • Campylobacter , trovato in carne e pollame.

La Gastroenterite è contagiosa

La gastroenterite batterica può essere facilmente trasmessa da persona a persona, infatti, ogni volta che una persona infetta da questo batterio tocca cibo, oggetti o altre persone, rischia di diffondere l’infezione ad altri, inoltre, l’infetto può persino causare l’infezione nel suo stesso corpo toccando occhi, bocca o altre parti aperte del suo corpo con le mani infette.

Si è particolarmente a rischio a queste infezioni se si viaggia molto o si vive in ​​zone affollate. per questo lavarsi spesso le mani e usare un disinfettante per le mani con oltre il 60% di alcol può aiutare a evitare di contrarre infezioni.

Prevenire la gastroenterite batterica

Se si è affetti da gastroenterite, è necessario prendere le giuste precauzioni di sicurezza per evitare di diffondere i batteri ad altri.

Lavarsi le mani dopo aver usato il bagno e prima di maneggiare il cibo, non preparare cibo per altre persone fino a quando i sintomi non migliorano, evitare il contatto ravvicinato con gli altri durante la malattia ed infine dopo che i sintomi si sono fermati, provare ad attendere almeno 48 ore prima di tornare al lavoro.

Evitare latte non pastorizzato, carne cruda o crostacei crudi, utilizzare taglieri e utensili separati per carni crude e cotte durante la preparazione dei pasti, lavare accuratamente insalate e verdure e assicurati di conservare gli alimenti a temperature molto calde o molto fredde se conservate per più di due d’ore può aiutare a prevenire l’infezione batterica.

Altre misure preventive includono:

  • mantenere la cucina costantemente pulita;
  • lavarsi le mani dopo aver usato il bagno, prima di maneggiare cibi diversi, dopo aver toccato gli animali e prima di mangiare;
  • bere acqua in bottiglia mentre si viaggia all’estero e prendere i vaccini raccomandati;
  • se si ha un sistema immunitario debole a causa di una condizione o un trattamento esistente, si potrebbe avere un rischio più elevato di gastroenterite batterica. Il rischio aumenta anche se si assumono farmaci che riducono l’acidità di stomaco.

La manipolazione errata degli alimenti può aumentare il rischio di gastroenterite batterica, come ad esempio gli alimenti poco cotti, conservati troppo a lungo a temperatura ambiente o non riscaldati bene possono favorire la diffusione e la sopravvivenza dei batteri.

I batteri possono produrre sostanze nocive note come tossine, le quali possono rimanere anche dopo il riscaldamento del cibo.

Diagnosi di gastroenterite batterica

Il medico farà domande sulla malattia e verificherà la presenza di segni di disidratazione e dolore addominale e per scoprire quali batteri stanno causando l’infezione, potrebbe essere necessario fornire un campione di feci per l’analisi.

Egli potrebbe prelevare un campione di sangue per verificare la disidratazione.

Complicazioni

Le infezioni da gastroenterite batterica raramente causano complicazioni negli adulti sani e di solito durano meno di una settimana. Gli anziani o i bambini molto piccoli sono più vulnerabili ai sintomi dell’infezione e presentano un rischio più elevato di complicanze, infatti, dovrebbero essere attentamente monitorate, poiché potrebbero aver bisogno di cure mediche.

Le complicanze di queste infezioni includono febbre alta, dolore muscolare e incapacità di controllare i movimenti intestinali, inoltre, in alcuni casi possono causare insufficienza renale, sanguinamento del tratto intestinale e anemia.

Alcune gravi infezioni non trattate possono causare danni al cervello e morte. Cercare rapidamente un trattamento per la gastroenterite batterica riduce il rischio di avere queste complicanze.

Gastroenterite bambini sintomi

I bambini possono essere più inclini alle infezioni da gastroenterite batterica rispetto agli adulti, infatti, un rapporto del 2015 afferma che i bambini negli Stati Uniti di età inferiore a un anno hanno maggiori probabilità di contrarre infezioni da salmonella e la maggior parte delle infezioni da salmonella si verificano quando i bambini consumano cibo o acqua contaminati o entrano in contatto con animali che trasportano i batteri.

I bambini piccoli hanno anche maggiori probabilità di contrarre infezioni da Clostridium difficile, batteri che si trovano principalmente nello sporco e nelle feci degli animali.

I bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare infezioni da questi tipi di batteri, tuttavia, come gli adulti, sono sensibili a qualsiasi infezione batterica, quindi assicurarsi una buona igiene, lavandosi le mani regolarmente ed evitando di mettere le mani sporche in bocca o vicino agli occhi può evitare lo sviluppo dei batteri.

E’ buona norma igienica lavarsi le mani dopo aver cambiato un pannolino, lavare e preparare il cibo accuratamente, cucinando piatti crudi come uova, verdure e carne fino a quando non sono ben cotti.

Molti sintomi di infezione batterica nei bambini sono gli stessi che si presentano negli adulti, anche se i più piccoli sono particolarmente inclini a diarrea, vomito e febbre. Un sintomo unico con queste infezioni è un pannolino secco per oltre sei ore, questo potrebbe essere un rischio di disidratazione, quindi è consigliabile parlare immediatamente con il medico.

Gastroenterite quanto dura

Dopo le dovute cure, riposarsi molto per aiutare il corpo a combattere l’infezione, in caso di diarrea o vomito, bere molti liquidi per mantenersi idratati e non mangiare latticini o frutta per evitare di peggiorare la tua diarrea.

Focolai di queste infezioni batteriche possono verificarsi sul cibo venduto in molti negozi di alimentari. Tenersi aggiornato sulle notizie di epidemie pubbliche di batteri su determinati tipi di alimenti.

Le infezioni da gastroenterite batterica di solito durano da uno a tre giorni, solo in alcuni casi, le infezioni possono durare per settimane ed essere dannose se non trattate, quindi è consigliabile cercare un trattamento non appena si mostrano i sintomi di un’infezione per fermare la diffusione. Con una buona assistenza medica e un trattamento adeguato, l’infezione probabilmente scomparirà in pochi giorni.

Summary
gastroenterite-batterica
Article Name
Gastroenterite batterica
Description
La gastroenterite batterica è un'infezione causata dalla scarsa igiene e dall'errato mantenimento e cottura di alcuni cibi, essa porta a diarrea e vomito ed è buona norma contattare un medico per ricevere le giuste cure, poiché non è un infezione da trascurare.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo