Intolleranza al lattosio: scopriamo i sintomi e le cause!

Scopriamo l’intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio è quella condizione in cui un uomo manifesta la deficienza della lattasi, in altre parole viene a mancare l’enzima che ha il compito di scindere e favorire la digestione del lattosio.

Il lattosio è lo zucchero principale presente appunto nel latte.

ecco dove possiamo trovare il lattosio:

  • latte di mucca
  • latte di capra
  • latte di asina
  • latte materno

Va specificato inoltre che il lattosio non è presente solo nel latte come sopra descritto, ma anche nei suoi derivati!

Cosa accade se non viene correttamente digerito il lattosio?

Il lattosio se non viene correttamente digerito resta all’interno dell’intestino, a questo punto lo stesso viene fatto fermentare dalla flora batterica, tutto questo comporta la formazione di gas a accumulo di acqua, rendendo le feci molli e in casi più gravi provoca diarrea.

ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8836629490ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B017BJGEGGir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8854193461ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B0183RFK4C

scopri di più sul lattosio

Sintomi dell’intolleranza al lattosio

I sintomi principali dell’intolleranza a questo zucchero sono di tipo intestinale, dunque:

  • gonfiore
  • crampi addominali
  • tensione in tutto il tratto dallo sterno al pube
  • comparsa di diarrea

Possiamo ricondurre all’intolleranza questi sintomi sopra-descritti, quando gli stessi si manifestano dai 30 minuti alle 2 ore dopo l’assunzione di cibi contenenti il lattosio.

La gravità dei sintomi è soggettiva, così com’è soggettiva la quantità di lattosio tollerata dal nostro sistema digestivo.

Scopri le altre intolleranze spiegate da oghers

Cosa ci porta ad essere intolleranti?

La comunità scientifica attribuisce diversa cause all’intolleranza al lattosio, la più comune è la diminuzione progressiva dell’enzima lattasi;

La diminuzione di questo enzima inizia progressivamente dall’età di 2 o 3 anni, tuttavia i sintomi sopra-descritti  si manifesteranno più tardi, intorno all’età adolescenziale quando le riserve di lattasi saranno ormai troppo scarse.

Esiste invece un’intolleranza secondaria, la quale si manifesta in seguito a disturbi intestinali di diverso genere come ad esempio:

  • il rotavirus
  • la giardia

in questi casi l’intolleranza al lattosio si dice di tipo “transitorio” in quanto diminuisce continuamente, sparendo del tutto in circa 4 mesi.

Un ultimo caso degno di nota è l’intolleranza nei neonati, i quali dovranno essere nutriti con alimenti senza lattosio; è comunque da specificare che l’intolleranza al lattosio per questi ultimi e destinata a risolversi spontaneamente in un breve tempo.

ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8836629490ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B017BJGEGGir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8854193461ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B0183RFK4C

Sono intollerante al lattosio, cosa posso mangiare?

Nel caso in cui si accerti di avere questa intolleranza le uniche soluzioni sono quelle di ridurre o eliminare del tutto i cibi che contengono lattosio.

La riduzione può avere effetti solo nelle persone che riescono comunque ad assumere anche una piccola quantità di questo zucchero quotidianamente.

Di seguito ti propongo una lista di cibi da evitare se sei intollerante:

  • Latte, formaggi freschi e stagionati, panna, formaggini da spalmare, gelati, frappé.
  • Dolci preparati con burro e latte, creme a base di latte, anche in polvere o lattosio indicato in etichetta.
  • Pane al latte.
  • Cioccolato, anche fondente.
  • Burro, Margarine.

osserva gli altri alimenti senza lattosio

Cibi consentiti per chi è intollerante al lattosio

  • Formaggi stagionati come il Grana Padano D.O.P che non contiene lattosio.
  • Latte delattosato (senza lattosio).
  • Bevande di soia, riso (dette comunemente latte).
  • Pane semplice bianco o integrale, pasta, riso.
  • Legumi secchi.

Conclusione:

Certamente dopo aver scoperto di essere intollerante al lattosio la nostra vita cambierà, infatti, molti degli alimenti che prima mangiavano quotidianamente dovranno essere banditi.

Possiamo comunque concederci qualche strappo alla regola e quindi mangiare una bella mozzarella o una pizza margherita assumendo un integratore all’enzima lattasi.

Attenzione a non abusare di questa pratica perché potreste comunque sentirvi poco bene.

 

ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8836629490ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B017BJGEGGir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=8854193461ir?t=oghers08-21&l=alb&o=29&a=B0183RFK4C
Summary
intolleranza-al-lattosio-sintomi-cause
Article Name
Intolleranza al lattosio: scopriamo i sintomi e le cause!
Description
L'intolleranza al lattosio è a condizione in cui un si ha la deficienza della lattasi, l'enzima che ha il compito di favorire la digestione del lattosio.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo