Psoas: il muscolo della felicità: a cosa serve e come rilassarlo

Forse in pochi avremo sentito parlare del muscolo Psoas. Si tratta del muscolo dell’anima e allenarlo può servire a contribuire alla nostra felicità. E’ un particolare muscolo direttamente collegato al tono dell’umore che favorisce il nostro benessere mentale e fisico se viene stimolato nel modo corretto. Ecco di cosa si tratta e cosa dobbiamo sapere.

Psoas, cosa dobbiamo sapere

Ileo-Psoas è il nome esteso di questo muscolo, il cosiddetto muscolo della felicità. Si tratta di un tipo di muscolo che parte dalla vertebra T12 e che quindi possiamo localizzare tra le gambe e la spina dorsale. E’ fondamentale in primo luogo tenere sempre stabile e nella posizione corretta questo muscolo, altrimenti si corre il rischio di avere problemi alla postura e alla colonna vertebrale.

Il cosiddetto muscolo dell’anima sembrerebbe ad essere uno dei primi a risentire dei periodi stressanti o deprimenti della nostra vita. Sembra che infatti l’Ileo-Psoas sia direttamente collegato ai nostri stati emotivi. Se questo non è allenato in maniera corretta può aumentare il rischio di soffrire di stati ansiosi o altri problemi.

Per allungare il muscolo dell’anima e di conseguenza allenarlo, è sufficiente piegare una gamba a 90 gradi mentre teniamo l’altra distesa all’indietro. Attendiamo un po’ in questa posizione e poi possiamo fare esattamente il contrario. Se vogliamo possiamo anche restare a lungo in questa posizione così da agire con maggior efficienza e costanza su questa specifica porzione muscolare. Così il muscolo viene stimolato portando effetti positivi sulla nostra salute nella sua interezza.

E’ necessario tenere allenato questo muscolo in quanto può capitare che se questo ha dei problemi, è tutto il fisico a risentirne. Infatti si vengono a creare dei problemi alla schiena, ma anche respiratori, digestivi e fisici in generale quando lo stato di salute di questo muscolo decada per via o del poco allenamento o di particolari stati patologici, come la stasi forzata a letto. Tutti i sintomi che si manifesteranno in seguito al verificarsi di queste condizioni, insomma, saranno i classici sintomi che scaturiscono dagli stati ansiosi.

Non sostituirà, ad esempio, una cura anti depressiva, ma vale sempre la pena provare a tenere allenato il nostro muscolo dell’anima: proviamoci, ci vuole un attimo!

L’ileo-psoas e le connessioni con tutto il corpo

Grazie alla sua posizione strategia e alla sua funziona legante e bilanciamento, il muscolo ileo-psoas è connesso a numerose terminazioni nervose, sistemi legamentosi, ossei nonché a differenti altri gruppi muscolari. Per stimolarlo esistono diversi metodi, e oltre a quelli che abbiamo già elencato i migliori consistono nella manipolazioni o nei massaggi delle aree del corpo limitrofe.

Ovviamente, le manipolazioni e determinati tipi di massaggi devono essere effettuati da massaggiatori professionisti, specialmente con l’ausilio di un massaggiatore a percussione in grado di penetrare profondamente fino agli strati più profondi delle fibre e dei tessuti muscolo-scheletrici.