Quando l’Insonnia diventa cronica

Scopriamo quando è Insonnia e quando preoccuparsi

Quando si può definire Insonnia?

quando-linsonnia-diventa-cronica-1-300x177Cominciamo col dire che spesse volte la causa all’insonnia siamo noi, infatti, l’insonnia nasce per il nostro sregolato stile di vita. Alcune cause possono essere ” Insonnia per amore “, per lo stress, per i troppi pensieri, per lavoro, per astinenza da fumo, per nervosismo, per la troppa stanchezza, ebbene si anche essere troppo stanchi porta insonnia, ma anche non esserlo, il nostro fisico ha bisogno di dormire, quando ha sfruttato le giuste energie che la notte ci ha donato.

Quindi prima di trovare la soluzione al problema Insonnia, dobbiamo esaminare quali tra le cause elencate prima fanno parte della nostra giornata, inoltre, capire se costantemente ogni sera non riusciamo a dormire o ci svegliamo durante la notte restando vigili durante tutta la notte, una volta capita la causa e la frequenza possiamo dire che soffriamo di insonnia.

(Scopriamo le regole per riaddormentarsi in fretta)

Insonnia quando preoccuparsi

L’incapacità di dormire in modo da essere soddisfatti durante il giorno è la definizione di Insonnia, anche se non si può attribuire subito il mancato riposo ad essa, infatti, attribuiamo la causa all’insonnia se questa si propaga per più di una settimana, a quel punto dovremmo cominciare a preoccuparci di come rimediare a ciò.

Insonnia cronica cause

l’insonnia cronica dura più di un mese, e può essere disordine primario o causato da altre patologie.

Le sue conseguenze includono malessere generale, allucinazioni, paranoia e affaticamento psicofisico. (approfondisci l’argomento)

l’insonnia cronica è purtroppo un disturbo comune, più frequente in donne e anziani, può presentarsi come conseguenza di disturbi psichiatrici o come forma indipendente.

Il consiglio è quello di cercare subito una soluzione prima che questa diventi cronica, il passaggio da insonnia acuta a insonnia cronica è divisa da un confine labile e facilmente raggiungibile, infatti, la mente umana, una tra le causa principali dell’ insonnia, dopo una notte insonne dovuta a motivi sentimentali, traumatici, stressanti o salutari, andrebbe ad associare a quell’ora in cui si va a dormire a quegli stessi eventi, creando così dei pensieri intrusivi che portano all’insonnia.

Se ciò accade sarebbe opportuno modificare la routine giornaliera, prendendosi del tempo libero, cambiando la stanza in cui si dorme, cambiare i rituali prima di andare a dormire, in modo da eliminare i punti di riferimento che la mente ha associato agli eventi causa dell’insonnia.

Esistono ovviamente delle regole per il buon sonno, alcune di buon senso, altre prettamente mediche.

  1. evitare di andare a dormire molto tardi, poiché la melatonina, che concilia il sonno, viene prodotta al tramonto fino alla massima espansione poco dopo la mezzanotte”;
  2. non andare a dormire dopo aver mangiato perché la digestione può interferire con il riposo;
  3. allenarsi nelle ore serali, antecedenti al sonno è un’abitudine malsana, poiché l’accumulo di adrenalina andrebbe ad ostacolarlo;
  4. mai sottovalutare l’importanza di spegnere la luce e i cellulari in quanto, soprattutto questi ultimi, possono inibire la produzione di melatonina a causa della luce blu emanata”.

Quello che bisogna fare è semplicemente migliorare il proprio stile di vita, e se nonostante ciò l’ insonnia sia ancora presente, non resta che consultare un medico.

Summary
quando-linsonnia-diventa-cronica-1
Article Name
Quando l'Insonnia diventa cronica
Description
l'insonnia cronica dura più di un mese, e può essere disordine primario o causato da altre patologie. Scopriamo le sue conseguenze.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo