Cos’è la sifilide

La sifilide è un’infezione trasmessa attraverso l’attività sessuale. Scopriamo meglio di cosa si stiamo parlando

La sifilide è un’infezione (STI) causata da un tipo di batterio noto come Treponema pallidum ed è trasmessa sessualmente.

Nel 2016, più di 88.000 casi di sifilide sono stati segnalati solo negli Stati Uniti.

Meglio le donne, infatti il tasso del sesso femminile è in diminuzione, mentre quello degli uomini è in aumento.

La sifilide può essere difficile da diagnosticare. Qualcuno può averla contratta senza mostrare alcun sintomo anche per anni. Tuttavia, la sifilide prima viene scoperta, meglio è, perché se non viene diagnosticata in tempo, può causare gravi danni a organi come cuore e cervello.

La sifilide si diffonde solo attraverso il contatto diretto attraverso un rapporto sessuale con chi ha contratto la malattia.

Non può essere trasmessa condividendo un bagno con un’altra persona, indossando indumenti di questa o la saliva.

Sintomi della sifilide

I sintomi della sifilide sono divisi in quattro fasi:

  • primaria,
  • secondaria.
  • latente,
  • terziaria.

Quando la sifilide è nello stadio nascosto o latente, la malattia rimane attiva ma spesso senza sintomi. La sifilide terziaria è la più distruttiva per la salute.

Sifilide primaria

La fase primaria della sifilide si verifica circa tre o quattro settimane dopo aver contratto i batteri.

Inizia con una piccola e rotonda piaga o ulcera. L’ ulcera è indolore ma è altamente contagiosa.

Questa piaga può comparire ovunque i batteri entrino in contatto col corpo, come dentro o dentro la bocca, i genitali o il retto.

In media, la piaga si manifesta circa tre settimane dopo l’infezione, ma possono essere necessari dai 10 ai 90 giorni.

L’ulcera rimane per circa 6 settimane il tempo necessario per incubare il batterio. La sifilide viene trasmessa per contatto diretto con una piaga. Questo vuol dire tutto ciò che concerne l’attività sessuale, compreso il sesso orale.

Sifilide secondaria

La sifilide secondaria si manifesta attraverso eruzioni cutanee e mal di gola.

L’esantema o eruzione cutanea non provoca prurito e si trova solitamente sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi, ma può verificarsi in qualsiasi parte del corpo.

Molte persone non si accorgeranno mai dell’eruzione o la sottovaluteranno.

Altri sintomi della sifilide secondaria possono includere:

  • mal di testa
  • linfonodi ingrossati
  • fatica
  • febbre
  • perdita di peso
  • la perdita di capelli
  • articolazioni doloranti

Questi sintomi spariranno col tempo, indipendentemente dal fatto che la cura verrà ricevuta o meno ma attenzione, la malattia resterà.

Sifilide latente

Il terzo stadio della sifilide è lo stadio latente o nascosto. I sintomi primari e secondari scompaiono e non ci saranno sintomi evidenti in questa fase. Tuttavia, i batteri rimangono nel corpo. Questo stadio potrebbe durare per anni prima di passare alla sifilide terziaria.

Sifilide terziaria

L’ultima fase dell’infezione è la sifilide terziaria. 30 persone su 100 che non ricevono cure per la sifilide, entreranno in questa fase. La sifilide terziaria può verificarsi anni o decenni dopo l’infezione iniziale e può essere pericolosa per la vita. Alcuni altri potenziali sintomi della sifilide terziaria comprendono:

  • cecità;
  • sordità;
  • malattia mentale;
  • perdita di memoria;
  • distruzione di tessuti molli e ossa;
  • disturbi neurologici, come ictus o meningite;
  • malattia del cuore;
  • neurosifilide che è un’infezione del cervello o del midollo spinale.

Diagnosi – Come viene diagnosticata la sifilide?

Se pensi di avere la sifilide, corri dal tuo medico il prima possibile. Egli saprà indirizzarti verso un centro specializzato nel quale esperti preleveranno un campione di sangue per eseguire i test e condurranno anche un esame fisico approfondito. Se è presente una piaga, il medico preleverà un campione dalla piaga per determinare se effettivamente sono presenti batteri della sifilide.

Se il medico sospetta che stai avendo problemi al sistema nervoso a causa della sifilide terziaria, potresti aver bisogno di una puntura lombare o di un prelievo midollare. Durante questa procedura, il liquido spinale viene raccolto in modo che il medico possa testare i batteri della sifilide.

Se sei incinta, il tuo medico potrebbe sottoporti a screening per la sifilide, questo per evitare che il feto venga infettato da sifilide congenita che può causare gravi danni in un neonato e può persino essere fatale.

Maggiori informazioni portale Min.Salute clicca qui

Trattare e curare la sifilide

La sifilide primaria e secondaria è facile da trattare con un’iniezione di penicillina. La penicillina è uno degli antibiotici maggiormente usati e di solito è efficace nel trattamento della sifilide. Le persone allergiche alla penicillina saranno probabilmente trattate con altri antibiotici a base di:

  • doxiciclina;
  • azitromicina;
  • ceftriaxone.

Se hai la neurosifilide , riceverai dosi giornaliere di penicillina per via endovenosa. Questo richiederà spesso una breve degenza ospedaliera.

Sfortunatamente, il danno causato dalla sifilide tardiva non può essere riparato.

I batteri possono essere uccisi, ma il trattamento molto probabilmente si concentrerà su come alleviare il dolore e il disagio.

Durante il trattamento, assicurati di evitare il contatto sessuale fino a quando tutte le piaghe sul tuo corpo sono guarite e il medico ti potrà dare il via libera per i rapporti sessuali.

Ricorda che se hai contratto la sifilide in un periodo in cui la tua attività sessuale era attiva, anche il tuo partner dovrà sottoporsi a screening ed eventualmente seguire lo stesso trattamento.

Come prevenire la sifilide

Il modo migliore per prevenire la sifilide è praticare il sesso sicuro. Utilizza preservativi durante qualsiasi tipo di contatto sessuale.

Inoltre, potrebbe essere utile:

  • Evita di condividere giocattoli sessuali;
  • Fai uno screening per le IST e parla con i tuoi partner dei loro risultati.

Complicazioni associate alla sifilide

Madri incinte e neonati

Le madri infette da sifilide sono a rischio di aborto, nascite o parto prematuro. C’è anche il rischio che una madre con la sifilide trasmetta la malattia al suo feto. Come abbiamo detto in precedenza, in questo caso parliamo di sifilide congenita.

I bambini nati sotto la sifilide congenita possono anche subire:

  • gravi deformità;
  • ritardi nello sviluppo;
  • convulsioni;
  • eruzioni cutanee;
  • febbre;
  • fegato gonfio o milza;
  • anemia;
  • itterizia;
  • piaghe infettive;

Se un bambino ha la sifilide congenita e non viene rilevato, il bambino può sviluppare la sifilide in fase avanzata.

Questo può causare danni in varie parti del corpo:

  • ossatura;
  • denti;
  • occhi;
  • orecchie;
  • cervello;
  • Hiv.

Le persone con la sifilide hanno una probabilità significativamente maggiore di contrarre anche l’HIV.

Summary
adult-1822413_960_720
Article Name
sifilide
Description
La sifilide è un'infezione trasmessa attraverso l'attività sessuale. Scopriamo meglio di cosa si stiamo parlando
Author
Publisher Name
oghers
Publisher Logo