Stitichezza: Cos’è e come si cura

Stitichezza: Cos’è e come si cura

10 Febbraio 2018 4 Di Dieffe

La stitichezza è una condizione del sistema digestivo che se non curata, comporta seri problemi di ordine psicologico. Scopriamo perché

La stitichezza è una condizione fisiologica in cui un individuo che comporta feci difficili da espellere. Nella maggior parte dei casi ciò si verifica perché il colon ha assorbito troppa acqua dal cibo ingerito.

Più lentamente il cibo si muove attraverso il tratto digestivo più l’acqua sarà assorbita dal colon e di conseguenza le feci diventano secche e dure, quando ciò accade lo svuotamento delle viscere può diventare molto doloroso. Nel momento in cui la stitichezza è duratura, parliamo di costipazione.

Accenni sulla costipazione

La stitichezza si verifica generalmente perché troppa acqua viene assorbita dal cibo. Le cause della stitichezza includono l’inattività fisica, alcuni farmaci ed il naturale l’invecchiamento degli individui.
Alcuni casi di stitichezza possono essere alleviati dai cambiamenti dello stile di vita, generalmente i lassativi dovrebbero essere usati solo come utile ma ultima risorsa, cerchiamo di capire il perché.

Leggi anche qui link

Sintomi

Uomini e donne che soffrono di stitichezza

Diciamo subito che una dieta che contiene una buona quantità di fibre aiuta a prevenire la stitichezza.
I principali sintomi della stitichezza sono l’aumento della difficoltà di defecare e una tensione muscolare durante il passaggio delle feci.

Altri sintomi includono:

  • Mal di stomaco;
  • Crampi allo stomaco;
  • Sensazione di gonfiore e in alcuni causi nausea;
  • Perdita di appetito.

Le cause

Quando, come abbiamo già accennato il colon assorbe troppa acqua può verificarsi che i muscoli del colon si contraggano lentamente o male causando lo spostamento delle feci troppo lentamente con l’indurimento della massa defecale.

Le cause più comuni della stitichezza sono:

  1. Mancanza di fibre nella dieta – Le persone la cui dieta include una buona quantità di fibre sono significativamente meno probabilità di soffrire di stitichezza. È importante consumare cibi ricchi di fibre come frutta, verdura e cereali integrali. La fibra promuove i movimenti intestinali e previene la stitichezza. Gli alimenti a basso contenuto di fibre includono cibi ricchi di grassi, come formaggio, carne e uova;
  2. Inattività fisica – La stitichezza può verificarsi se qualcuno diventa troppo inattivo fisicamente. Questo è particolarmente vero negli adulti più anziani. Per le persone che sono state costrette a letto per un lungo periodo, forse per diversi giorni o settimane, il loro rischio di avere costipazione è aumentato significativamente. Gli esperti non sono sicuri del perché. Alcuni credono che l’attività fisica mantenga alto il metabolismo, rendendo i processi nel corpo più rapidi. Gli adulti più anziani tendono ad avere una vita più sedentaria rispetto ai più giovani e sono quindi a più alto rischio di stitichezza. Le persone fisicamente attive hanno meno probabilità di diventare stitiche rispetto alle persone inattive;
  3. Farmaci antidolorifici narcotici (oppioidi) tra cui la codeina (Tylenol), l’ossicodone (Percocet) e l’idromorfone;
  4. Farmaci antidepressivi inclusi amitriptilina e imipramina;
  5. Farmaci anticonvulsivanti compresi fenitoina e carbamazepinaintegratori di ferrofarmaci che bloccano i canali del calcio tra cui nifedipina, antiacidi contenenti alluminio;
  6. Farmaci diuretici inclusi clorotiazide;
  7. Latte (leggi qui) infatti alcune persone cominciano a soffrire di stitichezza anche quando consumano latte e latticini.

Sono a rischio o già ne soffre chi:

  • Soffre della sindrome dell’intestino irritabile;
  • Ha una gravidanza (leggi qui);
  • E’ anziano;
  • Cambia repentinamente stile di vita;
  • Usa eccessivo di lassativi.

Tuttavia il concetto che si debba andare in bagno almeno una volta al giorno è del tutto errata, infatti non bisogna andare mai in bagno se non quando se ne sente il bisogno, inoltre consigliamo comunque di bere regolarmente acqua che in questo caso ristabilisce gli elettroliti nel corpo e aiuta notevolmente il processo di defecazione.

Alcune malattie e condizioni di salute possono portare la costipazione.

Le malattie che tendono a rallentare il movimento delle feci attraverso il colon sono:

  • Disturbi neurologici: Sclerosi multipla (SM), morbo di Parkinson, ictus, lesioni del midollo spinale e pseudo-ostruzione cronica idiopatica intestinale possono causare stitichezza.
  • Condizioni endocrine e metaboliche: Uremia, diabete (leggi qui), ipercalcemia, scarso controllo glicemico e ipotiroidismo (leggi qui).
  • Malattie sistemiche: si tratta di malattie che colpiscono un certo numero di organi e tessuti o che colpiscono il corpo nel suo complesso, tra cui il lupus, lo scleroderma, l’amiloidosi.

Rimedi naturali

Esistono alcuni rimedi naturali, senza fa uso di lassativi o altri farmaci, che alleviano i sintomi della stitichezza:

  • Aumentare l’apporto di fibre: Frutta, verdura fresca e cereali hanno un alto contenuto di fibre.
  • Acqua potabile: il consumo di molta acqua può aiutare a reidratare il corpo;
  • Esercizio fisico regolare: Può aiutare a rendere più regolari i processi corporei, incluso il passaggio delle feci;
  • Routine: avere un luogo e un momento della giornata in cui è possibile mettere da parte il tempo per andare  in bagno senza sforzarsi di defecare e se possibile usando uno sgabello così da assumere la cosiddetta posizione “squat”, tenendosi sollevati sulle gambe come fanno gli animali, questo perché quando siamo seduti l’intestino retto si piega e facilità l’evacuazione;
  • Rimedi omeopatici: mentre la loro efficacia è contestata dalle prove , i trattamenti per la stitichezza offerti dai medici omeopati comprendono una serie di erbe. Questi includono calcarea carbonica, nux vomica, silice, bryonia e lycopodium.
Summary
abdominal-pain-2821941_960_720-1
Article Name
Stitichezza: Cos'è e come si cura
Description
La stitichezza è una condizione fisiologica in cui un individuo che comporta feci difficili da espellere. Nella maggior parte dei casi, ciò si verifica perché il colon ha assorbito troppa acqua dal cibo ingerito.
Author
Publisher Name
Oghers
Publisher Logo